I Pazzaglia superano i 7000 metri

  • Le proposte di Reggini Auto

  • La spedizione sammarinese alla conquista dell’Everest sta entrando nel vivo. Oggi Antonio e Roberto Pazzaglia hanno superato per la prima volta i 7000 metri. Una puntata al campo 1 situato sul colle nord dell’Everest, a quota 7200 metri, prima di fare ritorno al campo base avanzato. Si tratta della prima vera fatica dei due alpinisti sammarinesi, sulla via che porta alla cima della montagna più alta del mondo. Una salita ripidissima, affrontata totalmente sul ghiaccio, mediante l’ uso di corde appositamente fissate. Un’ ascesa che è servita per verificare le condizioni fisiche di Antonio e Roberto Pazzaglia. Nei prossimi due o tre giorni, gli alpinisti sammarinesi cominceranno a predisporre anche i campi successivi, portando materiale fino ai 7700 metri della penultima base d’appoggio. Unica incognita le condizioni climatiche, previste in peggioramento nelle prossime ore. Tutto comunque prosegue secondo la tabella di marcia e questo fa pendere l’ago della bilancia dalla parte dell’ottimismo. Il buon acclimatamento dei fratelli Pazzaglia alle quote più alte dell’Everest, potrebbe addirittura anticipare di qualche giorno l’attacco alla vetta, previsto tra il 20 e 25 di maggio.

    RTV