IL COMMENTO DELLLA CSU: Contratto banche: c’è chi dice SI !

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il via libera dell’assemblea dei dipendenti bancari sammarinesi al rinnovo contrattuale è un “importante segnale di responsabilità”. Lo sottolinea la Federazione Servizi della CSU, che a fronte di questo  segnale chiede “un sensibile taglio” dei super bonus dei manager delle banche.
    “Dopo il “no” dei dipendenti alla proposta di rinnovo del Dicembre 2008  –  interviene Isabella STEFANELLI Segretario della FULSAC CSdL – abbiamo rilanciato il tavolo negoziale con l’ABS al fine di arrivare alla definizione di una nuova piattaforma da sottoporre ai dipendenti bancari. Sono stati necessari oltre 30 incontri (dal Gennaio 2009 ad oggi) per arrivare a formalizzare una proposta – composta da due ipotesi economico-normative – da sottoporre al vaglio dei bancari sammarinesi. E’ indubbio che il parere negativo espresso nel Dicembre 2008 e le rilevanti problematiche che hanno interessato il Paese ed il settore bancario e finanziario negli ultimi mesi, hanno penalizzato la nuova proposta di rinnovo.”

    “Durante l’assemblea dei bancari sammarinesi – puntualizza il segretario della FCS – CDLS Gianluigi GIARDINIERI – sono emerse posizioni diverse rispetto alle proposte di rinnovo: alcuni dipendenti hanno espresso critiche riguardo alla maggiore variabilità del premio di produzione e rispetto alle percentuali che – seppur accettabili, visto il momento contingente – appaiono leggermente al di sotto del tasso di inflazione annuo. Più in generale è emersa la volontà di arrivare alla definizione di un contratto di lavoro che risultava comunque scaduto da più di tre anni. Il fatto dopo la votazione su scheda anonima che i “si” complessivi si siano attestati a 262 (220 per l’Ipotesi 1 e 42 per l’Ipotesi 2) contro 157 “no”, dimostra il grande senso di responsabilità dimostrato da una larga parte dei 431 dipendenti (su circa 650 complessivi) che hanno partecipato e votato durante l’assemblea di ieri.”

    “Al sindacato storico sammarinese, quello che vive ed opera in mezzo ai lavoratori e che ascolta le loro voci – precisa Gianluigi GIARDINIERI– non fa paura affrontare le critiche che vengono dalla base. Gli interventi dei dipendenti che hanno espresso critiche ad alcune parti della piattaforma di rinnovo, così come quelli che – molto responsabilmente – hanno detto che era arrivata l’ora di sottoscrivere la bozza proposta dal sindacato – senza più restare in una situazione di preoccupante vacanza contrattuale – sono comunque una preziosa fonte di spunti e di suggerimenti che servono a far crescere l’autorevolezza ed il radicamento delle organizzazioni sindacali che hanno contribuito allo sviluppo ed alla crescita del Paese: la CSdL e la CDLS”.

    “Siamo fermamente convinti – conclude Isabella STEFANELLI – che con questo indiscutibile pronunciamento a favore della sottoscrizione del rinnovo del contratto di lavoro, i dipendenti bancari sammarinesi abbiano dimostrato ancora una volta il loro forte senso di responsabilità e l’attaccamento verso le Aziende per cui lavorano. Il sacrificio che deriva da alcune rinunzie di tipo economico e normativo rispetto alle richieste originarie, deve essere compensato – in maniera trasparente, concreta e tangibile – da un sensibile taglio delle retribuzioni, dei bonus economici e dei fringe-benefits anche da parte dei massimi dirigenti delle Aziende di Credito sammarinesi. Siamo certi che questo avverrà presto, nel comune obiettivo di garantire un solido futuro al settore bancario sammarinese”.