IL COMUNICATO UFFICIALE DEL CONGRESSO DI STATO DI OGGI

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il Congresso di Stato, nella seduta odierna ha proseguito l’esame del bilancio di previsione 2010 dopo che, la scorsa settimana, il Governo si era confrontato sull’argomento con le forze che compongono la maggioranza.
    Il disavanzo previsto, di circa 43 milioni di euro, alla luce della crisi è certamente inferiore a quanto ci si poteva attendere: questa l’opinione del Governo riferita in conferenza stampa dal Segretario di Stato alle Finanze, Gabriele Gatti, che ha spiegato come il nuovo bilancio sarà improntato ad una politica di rigore e di contenimento della spesa.
    Il contenimento sarà ottenuto attraverso una più attenta gestione della Pubblica Amministrazione per quanto concerne assunzioni, lavoro straordinario, gestione del settore privatistico, la revisione delle indennità ed una semplificazione di quella che oggi è una vera e propria giungla retributiva. Non sono da escludere alcune privatizzazioni e la limitazione delle spese per consulenze. Pur nella massima attenzione alla spesa corrente, il bilancio di previsione 2010 non trascura la politica di sviluppo, attraverso una proroga del credito straordinario alle imprese fino al 31 marzo 2010 e la valorizzazione di settori strategici quali quello finanziario, con nuovi prodotti, una effettiva internazionalizzazione ed il potenziamento del trust e del settore assicurativo.
    Gatti ha affermato che il Governo sta attentamente monitorando la tenuta del sistema anche alla luce dello scudo fiscale e che, da informazioni in possesso dell’Esecutivo, la vendita di Delta sta procedendo e la Cassa di Risparmio registra una normalizzazione della sua attività. “Pur nel massimo rispetto dell’autonomia dell’Istituto” ha detto Gatti “siamo contenti di sapere, anche per la tranquillità dell’opinione pubblica, che la Cassa di Risparmio sta riprendendo quel ruolo importante che ha sempre avuto nell’economia sammarinese”.
    Altri settori strategici per lo sviluppo del Paese sono quelli delle energie rinnovabili, dell’approvvigionamento energetico e dello smaltimento dei rifiuti, il cui sviluppo potrà favorire nuove entrate o perlomeno un contenimento delle spese. Anche le sinergie che si vanno ricercando con le regioni limitrofe avranno un ruolo importante in molti campi quali i trasporti, le infrastrutture, la sanità, il turismo e il commercio, settori questi ultimi che bisogna favorire perché costituiscono un fattore importante della nostra economia.
    Il bilancio di previsione 2010 contiene anche aspetti innovativi quali la fatturazione elettronica, la gestione sammarinese delle dogane e la prevista riforma della legge tributaria intesa ad ottenere una maggiore equità fiscale.
    Gatti ha anticipato che l’esame del bilancio preventivo proseguirà venerdì in Congresso di Stato e sarà quindi pronto per essere presentato la prossima settimana all’esame dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio Grande e Generale.
    Seguiranno poi gli incontri con le categorie economiche e sindacali per il necessario confronto.

     

    Un messaggio comunque rassicurante va inviato, secondo Gatti, al Paese sulla sostanziale tenuta del nostro sistema finanziario.
    Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Antonella Mularoni, ha invece fornito aggiornamenti sulla stipula degli accordi contro le doppie imposizioni e per lo scambio di informazioni in materia fiscale: sarà firmato in settimana un accordo contro le doppie imposizioni fiscali con la Malesia e sono stati approvati stamane dal Governo i testi degli accordi per lo scambio di informazioni con Spagna e Sud Africa. Entro  l’anno saranno firmati analoghi accordi con il Regno Unito, la Germania ed i Paesi del Nord Europa.  Questo dimostra la convinzione del Governo della bontà della strada intrapresa della firma degli accordi e della collaborazione internazionale in materia fiscale, che – come già dichiarato in Consiglio Grande e Generale – è una strada di non ritorno perché è l’unica che potrà assicurare un futuro solido alla Repubblica.
    La Mularoni ha anche riferito della decisione del Governo di sostener vari progetti di solidarietà internazionale, ponendo un maggiore impegno in tal senso di quanto avvenuto in passato, pur nei limiti imposti dall’attuale contingenza e dalle limitate risorse del paese.
    La Mularoni ha colto l’occasione per fare alcune puntualizzazioni relative su una presunta truffa telefonica di cui molto si è scritto in questi giorni.
    Le indagini da parte della Direzione Poste e Telecomunicazioni sono in corso ed ancora non si hanno esiti definitivi. Se danni vi sono stati – e ciò è ancora da verificare – sono ad esclusivo carico dell’erario sammarinese e non di altri paesi. Appare dunque incomprensibile e autolesionista che parte della stampa locale abbia presentato la “notizia” come se si trattasse di un ulteriore scandalo sammarinese ai danni dell’Italia, fornendo anche dettagli privi di fondamento alcuno.
    Quanto al recente arresto in Italia di Tardini, membro del consiglio di amministrazione di una società sammarinese, l’attività criminosa dallo stesso espletata in Italia non ha nulla a che vedere con la società sammarinese. E’ evidente che il gravissimo episodio avrà conseguenze sul suo status di membro del Consiglio di Amministrazione della società, nata senza nulla-osta del Congresso di Stato dopo la liberalizzazione nel rilascio delle licenze in vari settori – liberalizzazione che per come è stata attuata ha creato e crea non pochi problemi al paese avendo permesso l’ingresso in Repubblica per gestire attività societarie di persone non sempre cristalline. La società in questione era comunque già oggetto di attenzione da parte delle autorità sammarinesi.
    La Mularoni ha informato infine che la nuova legge sulle residenze e sui permessi di soggiorno, dopo il necessario confronto con le forze del Patto per San Marino, potrà essere presentata in Consiglio all’inizio del 2010.