“Il governo è pronto a fare la sua parte”. Il dolore della politica

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Da parte del governo c’è la totale disponibilità a intervenire prontamente alla luce della frana che ha travolto le case a Casamicciola. Sono ore concitate: a Ischia è corsa contro il tempo per cercare di accelerare quanto più possibile i soccorsi nella speranza di ritrovare ancora in vita i dispersi. Il presidente del Consiglio Giorgia Meloni è in costante contatto con il ministro Musumeci, il Dipartimento della Protezione civile e la Regione Campania per seguire l’evoluzione della situazione.

    Nel frattempo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha chiamato Gaetano Manfredi per esprimere la propria vicinanza alle popolazioni colpite dalla frana e per esprimere riconoscenza agli uomini e alle donne impegnati nel soccorso. Il sindaco di Napoli ha ringraziato il capo dello Stato per essersi mostrato vicino alla città e alla sua comunità.

    Meloni: “Governo pronto a intervenire”

    Giorgia Meloni, intervenuta in videocollegamento con il centro di coordinamento soccorsi allestito alla Prefettura di Napoli, ha fatto sapere che il governo è pronto a fare la sua parte per quello che sarà necessario. Ha inoltre assicurato che allerterà tutti i ministri per un eventuale Consiglio dei ministri da convocare d’urgenza, in qualsiasi momento. Tra le altre cose ha rinnovato la solidarietà e la vicinanza sua e dell’esecutivo alle famiglie delle vittime, ai cittadini colpiti e agli sfollati.

    Il presidente del Consiglio ha ringraziato la Protezione civileper la capacità di risposta alle tante emergenze” facendo notare che, di fronte alla tragedia di Ischia, si è confermata ancora una volta una “eccellenza a livello internazionale“. In tal senso ha ringraziato tutta la macchina dei soccorsi per l’opera svolta in queste ore.

    Tajani: “Già previsti investimenti”

    Sulla questione è intervenuto anche Antonio Tajani, che ha confermato la volontà del governo di intervenire il prima possibile per aiutare il territorio di Casamicciola. Il ministro degli Esteri ha dichiarato che “sono già previsti investimenti nella legge finanziaria che abbiamo presentato in Parlamento“. Bisognerà vedere se ora con il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) o attraverso i fondi strutturali “possano esserci altri interventi“.

    Casellati: “I soccorritori sono i nostri angeli”

    Il ministro Maria Elisabetta Alberti Casellati sul suo profilo Twitter ha annotato che la devastazione che ha colpito Ischia e il momento di forte agitazione per i dispersi “sono il risultato di un Paese fragile, in cui la tutela del territorio non è mai stata una priorità“. Il titolare del dicastero delle Riforme ha voluto rivolgere la propria vicinanza alle famiglie colpite. “Ai soccorritori, i nostri angeli, grazie“, ha concluso.

    Musumeci: “Ragionare sulla prevenzione”

    Nello Musumeci, ministro per la Protezione civile, ha osservato che allo stato attuale l’unica preoccupazione è riservata “alla sorte dei dispersi, alla sistemazione temporanea degli sfollati e alla tutela degli abitanti delle zone più vulnerabili“. Ma ha aggiunto che in un secondo momento sarà necessario portare avanti “un serio ragionamento su come sia stata attuata in Italia la prevenzione strutturale e sui necessari correttivi da apportare“.

    La Russa: “Dolore e vicinanza”

    Il presidente del Senato Ignazio La Russa ha appreso “con profondo dolore” la notizia della frana avvenuta a Casamicciola e ha espresso “sincera vicinanza” alla popolazione: “Assistiamo a immagini drammatiche, dovute anche a un dissesto idrogeologico che già in un recente passato ha ferito quella stessa terra“. Gli ha fatto eco il presidente della Camera Lorenzo Fontana: “Profondo dolore e sgomento per la sciagura avvenuta a Casamicciola. Un sentito ringraziamento a tutte le istituzioni che in queste ore si stanno prodigando nelle operazioni di soccorso e nella ricerca dei dispersi“.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte