Intesa su ricerca e scambio studenti fra l’Università di San Marino e l’Ateneo di Shanghai

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Previste possibilità di collaborazione su corsi e progetti comuni, oltre a seminari sulle relazioni commerciali

Uno scambio accademico fra il Titano e la Cina per coinvolgere studenti, docenti e staff, con la possibilità di collaborare su attività come corsi e progetti di ricerca comuni, oltre a curare seminari finalizzati a promuovere le relazioni commerciali. Questo il principale contenuto del memorandum recentemente sottoscritto dall’Università degli Studi della Repubblica di San Marino e dalla Shanghai University, realtà accademica orientale con oltre 2mila docenti e 30mila studenti. 

L’intesa, firmata dal Rettore dell’Ateneo sammarinese, Corrado Petrocelli, e dal vice presidente della Shanghai University, Gong Siyi, ha una durata di cinque anni e nasce da una comune visione sull’importanza delle collaborazioni scientifiche come strumento per la ricerca e la divulgazione. 

Ad avvicinare le due istituzioni la partecipazione dell’Università di San Marino al progetto “Focus Belt and Road”, che nel 2018, grazie all’organizzazione dell’Ateneo di Shanghai, ha riunito nella metropoli cinese più di 100 partecipanti, fra i quali 32 rappresentanti di università da tutto il mondo e funzionari governativi di 22 città gemellate con Shanghai.

L’accordo va ad ampliare la rete di accordi che coinvolge l’Università di San Marino con realtà accademiche di Paesi come Svizzera e Brasile. 

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com