ISS risponde in un comunicato alla Famiglia NOVEMBRINI

  • Le proposte di Reggini Auto

  • in merito alla lettera della famiglia Novembrini, alla quale rinnoviamo l’espressione dei sensi della più viva comprensione e cordoglio, circa il decesso del signor Marino avvenuto a seguito dell’intervento chirurgico del 13 gennaio 2009 per l’applicazione di un pace-maker, la Direzione tiene a precisare che, già prima del Decreto formale del Commissario della Legge, si era attivata per la creazione di una Commissione d’Inchiesta. 
    Infatti, una nota del Direttore Sanitario di Presidio Ospedaliero dottoressa Antonella Sorcinelli con data 6 febbraio anticipava la delibera di Comitato Esecutivo del 9 febbraio con la quale veniva nominata, per l’appunto, la Commissione di cui sopra.
    Nel testo originale si legge: “Il Comitato Esecutivo, vista la nota del Direttore Sanitario di Presidio Ospedaliero relativa alla proposta di nomina di una Commissione di valutazione del caso Novembrini Marino; rilevata la necessità di procedere a quanto sopra, delibera di nominare una Commissione Clinica per la valutazione dell’evento occorso il 13 gennaio 2009 al Sig. Novembrini Marino durante una procedura di impianto di pace maker effettuata presso l’Ospedale di Stato di San Marino, composta dai seguenti professionisti: dott.ssa Antonella Sorcinelli, Direttore Sanitario dell’Ospedale di Stato, Prof. Gaetano Thiene, Docente Universitario di Patologia Cardiovascolare presso l’Università degli Studi di Padova, Prof. Gianfranco Buja, Responsabile dell’U.O. Elettrofisiologia–Cardiostimolazione Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale-Università degli Studi di Padova, Prof. Claudio Rapezzi, Docente di Malattie dell’Apparato Cardiovascolare Università degli Studi di Bologna.
    Tale autorevole commissione era in procinto di concludere, nei tempi previsti, le operazioni di valutazione, ma in ottemperanza al decreto del 23 febbraio del Commissario della Legge, diveniva necessario seguire i dettami del decreto medesimo in cui veniva nominato il Perito d’Ufficio e i tempi previsti dai Decreti successivi.
    L’Iss ha già inviato, in un primo tempo la documentazione richiesta e successivamente la risposta ai quesiti formulati dal Giudice su istanza del legale della famiglia.
    L’ISS è, inoltre, disponibile a ogni altra integrazione e approfondimento ponendo gli uffici a disposizione del magistrato. Si rammenta, comunque, che alle operazioni peritali, previste dal decreto per il 29 maggio, sarà presente anche il Prof. Thiene, membro della commissione di Valutazione dell’ISS
    Ufficio Relazioni Pubbliche ISS
    27 MAGGIO 2009 – ore 18,00