Italia-Belgio, è testa a testa per puntare al podio

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 01 LUG – La fiducia nell’Italia non cala
    nemmeno davanti a un ostacolo come il Belgio. In vista del
    quarto di finale di Euro 2020 in programma domani all’Allianz
    Arena di Monaco, gli esperti di Snai designano favoriti gli
    azzurri, anche se il gap è abbastanza contenuto. Il testa a
    testa secco per il passaggio in semifinale vede la Nazionale di
    Mancini a 1,65, con i Diavoli Rossi che inseguono a 2,25.
        L’Italia ha già conosciuto la fatica dei supplementari,
    contro l’Austria, e un nuovo pareggio che condurrebbe all’extra
    time è ritenuto piuttosto probabile e dato a 3,05, mentre il
    successo azzurro al 90′ è dato a 2,40 e il segno «1» del Belgio
    sale fino a 3,30.
        Immobile e Lukaku sono appaiati in testa ai possibili bomber
    della sfida, a quota 3,00. Per Mancini c’è anche l’alternativa
    Belotti, a 3,75. Minore fiducia in Mertens, finora piuttosto in
    ombra e dato a 5,00. Occhio invece a Thorgan Hazard, che ha già
    segnato due volte. Un altro lampo dell’esterno sinistro vale
    7,50. Negli altri quarti, avanti l’Inghilterra sull’Ucraina: a 1,20
    la semifinale inglese, a 4,50 l’impresa ucraina. Netto il favore
    anche per la Spagna (1,30), opposta alla Svizzera (3,50). Più
    equilibrato il pronostico del match tra Danimarca (favorita a
    1,55) e Repubblica Ceca (2,45). Eliminata la Francia, principale candidata al successo, il
    suo posto nel tabellone Snai viene preso dall’Inghilterra,
    l’unica tra le otto superstiti ad avere ancora la porta
    inviolata. La squadra di Southgate, che avrebbe in caso di
    vittoria ai quarti la possibilità di giocarsi le ultime due
    partite sul prato amico di Wembley, è data a 3,00. Seconda forza
    la Spagna, a 4,00, seguita dall’Italia a 4,50. Più lontano
    l’obiettivo per il Belgio, a 8,50, mentre la Danimarca sarebbe
    una sorpresa da 12. Quote altissime per Svizzera, Repubblica
    Ceca (entrambe a 30) e Ucraina (a 40). (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte