La Giustizia che non c’è…di Gabriele Gattei

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Come penso altri cittadini sammarinesi, in questo pomeriggio afoso del 18 giugno 2009, ascolto alla radio i lavori del Consiglio Grande e Generale, dove si affronta l’argomento Giustizia. Ciò mi da l’occasione per condividere con chi lo riterrà di interesse, il “festeggiamento” del settimo compleanno di denegata giustizia. Infatti, proprio sette anni fa, come oggi, ovvero il 18 giugno 2003, apprendevo dai giornali di essere stato denunciato per il reato di Usurpazione di Funzione Pubblica. Nulla sono valsi fino ad oggi i tentativi fatti con il locale Tribunale Commissariale di questo mio Stato per avere giustizia o per vedere la fine di un percorso che mi ha fatto e mi fa male, essendo io completamente innocente, come del resto, attestano tutti gli atti in mia conoscenza e che a mio modo di vedere sono molto chiari e non necessitavano e non necessitano, per la loro lettura, di particolari e complicate perizie, analisi o indagini di chissà quale spessore. Ancora dopo sette anni debbo constatare l’assoluto silenzio da parte dell’Autorità Giudiziaria e il fatto che non conosco assolutamente nulla, nonostante le numerose richieste, del fascicolo che mi riguarda. Chiedevo, chiedo e continuerò a chiedere, semplicemente, il rispetto per i sacrosanti principi sanciti dalla nostra Carta dei Diritti e ignorati da chi tali diritti dovrebbe tutelare. Ho il diritto si sapere, così come tutti i cittadini hanno il diritto di sapere, se sono innocente o se sono colpevole; ho il diritto di sapere perché sono stato e vengo trattato in maniera diversa da tanti altri cittadini.

     

    Gabriele Gattei /Ex Comandante Polizia Civile