L’assist di Mihajlovic alla Lega: “Tifo per Salvini e Borgonzoni”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • L’allenatore del Bologna si schiera con la Lega in vista delle elezioni regionali in Emilia-Romagna

    Matteo Salvini è mio amico, ci conosciamo da tanti anni, dai tempi del Milan.

    Mi piace la sua forza, la sua grinta, è un combattente”. Sinisa Mihajlovic esce allo scoperto e fa il proprio endorsement al leader della Lega.

    “Tifo per lui e spero che possa vincere in EmiliaRomagna con Lucia Borgonzoni, spiega nell’intervista rilasciata al Resto del Carlino. L’allenatore del Bologna sta combattendo da mesi come un leone contro un brutto male e come spesso gli capita non ha paura di esporsi. Neanche se si tratta di politica.

    E infatti nella chiacchierata con il quotidiano locale, il serbo si lascia andare a parole al miele verso il segretario del Carroccio: “Mi ispira fiducia. Quello che dice, poi lo realizza. E il fare è sempre più raro nei nostri tempi. Matteo è uno tosto, fa quello che fanno i grandi nel calcio: se promette, mantiene. I grandi uomini fanno questo, nello sport e nella politica”.

    Dunque, il mister dei rossoblù entra nel merito della tornata elettorale nella regione “rossa” per eccellenza, dove il centrosinistra governa senza sosta da cinquant’anni: “Cambiare tanto per cambiare non serve. Io posso solo dire che sono in Italia dal 1992 e anche se non è il mio Paese di origine, è come se lo fosse diventato. E, da allora, trovo l’Ialia peggiorata. Quindi bisogna avere idee e la forza di migliorare…”.

    Da questo presupposto, ecco l’appoggio totale al capo politico della Lega e alla candidata (leghista) del centrodestra unito contro il dem Stefano Bonaccini: “Salvini è intelligente e capace, è all’altezza di guidare il Paese. E le donne – come Lucia Borgonzoni, ndr – beh le donne sono più forti degli uomini: l edonne hanno carattere, determinazione, riescono sempre: Lucia è una di queste donne. Non la conosco personalmente, ma so che sarà all’altezza. Bisogna avere coraggio nella vita e per cambiare serve coraggio. Io dico la mia opinione come persona, non do lezioni. Ma penso al carisma e a chi mi dà fiducia”.

    L’ultima battuta dell’intervista di Mihajlovic al Carlino è dedicata alla querelle sul caso della nave Gregoretti e al processo a Matteo Salvini: “Normale. Silvio Berlusconi quanti processi ha avuto? È normale che quando cerchi di cambiare molte cose e magari usi metodi forti, qualcuno possa chiedere di valutare il tuo operato. Di Matteo io dico: ‘Fidatevi. E vedete quello che fa’”. Il Giornale.it