San Marino. Futsal: U19, vittoria con dedica; ragazze attese dal Cesena

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Buona la prima del 2020 per i ragazzi dell’Academy Under 19, che hanno regolato 7-5 i dirimpettai di classifica del Forlimpopoli, ricevuti alla palestra di Acquaviva nell’inconsueto anticipo del venerdì sera. Biancoazzurri che al 3’ fanno le prove generali del gol con Michelotti (conclusione sul palo) per poi sbloccare il risultato con Cecchini. Poco dopo anche il numero 8 di casa sbatte sul legno, ma il raddoppio arriva e ad incaricarsene è Giuccioli, a segno poco prima del quarto d’ora. Esposito dimezza il ritardo dei romagnoli, che al 25’ tornano sul -2 per la rete di Michelotti, cui Minotti risponde giusto a ridosso del fischio di fine frazione. Nei primi minuti della ripresa Michelotti raddoppia il conto dei pali colpiti in serata, ma anche quello dei gol segnati. È del giovane nazionale biancoazzurro, infatti, il centro che vale il 4-2. Da qui l’Academy prende in mano la gara, accumulando altri due legni (sfortunati Giuccioli e Bollini), ma soprattutto salendo fino al provvisorio 7-2, effetto delle reti di Gennari, Michelotti (per lui tripletta) e Dolcini. Raggiunto un certo grado di tranquillità, la San Marino Academy cede alla tentazione di rilassarsi, subendo il ritorno del Forlimpopoli che, con le reti in sequenza di Minotti, Marozzi e ancora Minotti, mette un po’ di apprensione alla squadra di casa, alla fine in grado di festeggiare comunque i tre punti.

     

    Squadra e staff hanno dedicato questo successo a Simone Baldelli, infortunatosi gravemente al ginocchio nella gara casalinga con il Derby Castrocaro (8 dicembre) e per questo sottoposto ad intervento chirurgico nella mattinata di sabato. Guardando alla classifica, i tre punti d’esordio nel 2020 consentono ai ragazzi di Levani di mantenere il passo del Russi – capolista assieme all’Academy e a dir poco spietato nei confronti del Rimini, travolto 9-1 – e di staccare il resto del gruppo, capeggiato proprio da quel Forlimpopoli ora a -5 dalla coppia di testa. Domenica, per i biancoazzurri, l’avversario di turno sarà il Forlì, padrone di casa in un match che andrà in scena a partire dalle ore 10:30.

     

    Avrà davanti una delle prime della classe (potenzialmente la prima in assoluto, dovendo recuperare una gara) la formazione femminile allenata da Matteo Selva, che dopo la vittoria di inizio anno sull’Ariano ed un turno di riposo sostanzialmente indolore (vista la sconfitta del Futsal Imola), è pronta a tornare in campo, che nel suo caso specifico sarà quello di Cesena. Quest’ultimo occupa la seconda posizione della graduatoria ed è reduce dal rinvio della gara con il Corticella, avversario diretto delle Titane nella corsa ai play-off, al momento distanti appena un punto. All’andata fra Academy e Cesena fu 1-1. Biancoazzurre e bianconere – che vengono da quattro successi di fila – si ritroveranno di fronte domenica pomeriggio. Fischio d’inizio alle 16:00.

     

    Il giorno seguente Matteo Selva, vice del CT Roberto Osimani, sarà sull’aereo che porterà la Nazionale sammarinese di Futsal in Bulgaria per il turno preliminare delle qualificazioni ad Euro 2022. Ieri pomeriggio i Biancoazzurri hanno testato il proprio stato di forma misurandosi con la Nazionale Under 19 italiana in un confronto amichevole che, va sottolineato, non aveva carattere ufficiale. Nel complesso, buone le sensazioni riscontrate dal Commissario Tecnico, che nel viaggio di ritorno da Novarello – sede della sfida – ha così analizzato la prestazione dei suoi ragazzi: “Giocavamo con una squadra giovane e che aveva la possibilità di effettuare una rotazione più ampia rispetto a noi, perciò il mio timore è che alla distanza il nostro ritmo calasse. Ma non è stato così. L’intensità è stata pressochè costante, anche mentalmente. Mi è piaciuta in modo particolare la nostra tenuta difensiva generale, ed anche il fatto che, dal punto di vista della pericolosità offensiva, abbiamo chiuso la gara in crescendo.”

     

    Molto buone le risposte anche da parte degli ultimi arrivati. “Ma ormai non parlerei più di nuovi e di vecchipuntualizza il tecnico marchigiano – Magari era una terminologia che si poteva usare un anno fa. Il lavoro portato avanti negli ultimi mesi ha creato un gruppo compatto, omogeneo, dove ognuno è, per così dire, titolare per l’altro. Oggi (ieri, ndr), per dire, ho ruotato due quartetti dando ad ognuno dei giocatori impiegati lo stesso minutaggio, salvo poche eccezioni.”

     

    Ieri era un’amichevole. Ma le gare della prossima settimana (Albania, Bulgaria e Andorra le avversarie della Nazionale sammarinese) metteranno in palio punti. Il mister non si sbilancia sugli obiettivi, ma garantisce che oggi siamo più competitivi di ieri, e questo è l’aspetto fondamentale. Basterà per fare risultato? A priori non so dirlo. Bisogna che si combinino assieme tanti fattori: ci vorrà certamente un po’ di fortuna e dovremo anche essere bravi a gestire la componente emotiva. Sappiamo che il gap con le altre esiste e per questo è bene tenere a mente che il nostro percorso di crescita non è affatto finito, ma proseguirà anche dopo la Bulgaria. Lunedì andremo là per giocarci tutte le nostre carte, consapevoli che su alcuni aspetti – non dico su tutti – abbiamo fatto buoni progressi.”

    FSGC | Ufficio Stampa