Le urgenze del Paese in Congresso

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Le decisioni assunte dal gruppo di coordinamento del Patto per San Marino arrivano sul tavolo del Congresso di Stato.
    Le 4 liste di maggioranza, insieme alla delegazione di governo al completo, hanno definito le misure più urgenti per ristabilire una operatività che, secondo il Patto per San Marino, manca da troppo a causa delle fibrillazioni politiche degli ultimi 8 anni, specialmente in settori chiave come esteri, finanze e giustizia.
    In cima ad ogni preoccupazione è, naturalmente, il rapporto con l’Italia e l’ingresso nella white list.
    Le urgenze politiche interne vanno dalla sicurezza alla legge sul censimento (prevista per febbraio) a cui farà seguito la riforma della legge sulle residenze e i permessi di soggiorno. Lunedì, il Segretario per la Sanità Claudio Podeschi, farà il punto, in Congresso di Stato, sulla riforma previdenziale che attende da anni l’introduzione del secondo pilastro e che l’Esecutivo intende completare entro i prossimi 2 mesi. Intanto si stanno definendo le nomine dell’Ufficio di controllo e vigilanza sulle attività economiche e l’Ufficio di Collocamento.
    Da individuare anche un pacchetto di proposte per far fronte alla richiesta crescente di mobilità e di riduzione del personale da parte delle aziende, alle prese con una crisi economica mondiale senza precedenti.
    Sempre nella riunione di lunedì, che impegnerà il Governo per tutta la giornata, verrà fatto un primo bilancio per la San Marino Card, partendo dai numeri e dagli effetti prodotti, per valutare anche eventuali aggiustamenti da proporre alle categorie commerciali.

    Fonte:San Marino RTV