Matteo Renzi: “Sì, lascio il Pd” Sinistra e governo a pezzi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Colloquio con l’ex premier che annuncia la scissione: “Con 12-15 senatori sarò ancora decisivo. Conte? Stia sereno…”

    Il dado è tratto. Oggi, a parte ripensamenti dell’ultima ora (ma visto il carattere del personaggio praticamente impossibili), Matteo Renzi annuncerà la nascita dei suoi gruppi parlamentari autonomi dal Pd.

    «Solo chi è a digiuno di politica – ha spiegato – non capisce questa mia scelta. Formeremo due gruppi parlamentari, uno di 25 deputati alla Camera e un altro tra i 12-15 senatori a Palazzo Madama. Due nuovi soggetti che saranno decisivi per la maggioranza e per il governo». Il Giornale.it