Michael Schumacher torna in Formula Uno. La Mercedes Gp ha confermato l’ingaggio dell’ex Ferrarista che affiancherà Nico Rosberg.

  • Le proposte di Reggini Auto

  • http://quotidianonet.ilsole24ore.com/sport/formula1/2009/12/23/274113-ufficiale_schumi_firmato.shtml
    ‘’Abbiamo progammato tre anni’’, ha detto il tedesco nella conferenza stampa, e non per una sola stagione, come invece anticipato dalla ‘Bild’. 

    La notizia era ormai nell’aria da tempo e già ieri la “Bild” aveva annunciato l’accordo definitivo tra le parti con un contratto annuale da sette milioni di euro. Schumacher, 41 anni il 3 gennaio, si era ritirato al termine della stagione 2006 dopo aver vinto sette titoli mondiali, due con la Benetton e cinque con la Ferrari.

    “Dopo tre anni di stop, ho recuperato tutte le energie”. Prime parole da neo-pilota della Mercedes Gp per Michael Schumacher, annunciato come compagno di squadra di Nico Rosberg sulla griglia di partenza del prossimo Mondiale.

    “Il collo non è più un problema – ha aggiunto riferendosi al fastidio che ne aveva impedito il rientro lo scorso agosto, per sostituire Massa in Ferrari – La scorsa estate l’incidente in moto era ancora troppo vicino ma ora è tutto ok”.
    ‘’Correrò per vincere il titolo mondiale’’. “E’ un nuovo capitolo della mia carriera nel mondo delle corse”, ha detto il tedesco, “e davvero non vedo l’ora di lavorare con il mio vecchio amico Ross Brawn e con i miei compagni dei tempi del Programma Junior Mercedes. Sono convinto che insieme il prossimo anno saremo in lizza per il Mondiale di Formula 1 e sul serio non vedo l’ora di tornare in pista”.

    Il contratto con Mercedes per Schumi è il compimento di una carriera: “Questa partnership chiude un cerchio”, ha spiegato, “la Mercedes mi ha sostenuto per tanti anni quando ho iniziato la mia carriera in Formula 1 e ora spero di poter restituire qualcosa a questo marchio”. 

    Michael Schumacher può essere ancora competitivo in Formula 1. Ne è convinto Ross Brawn, team principal della Mercedes Gp, la scuderia con cui il pilota tedesco ha firmato un contratto triennale. Nonostante a gennaio compirà 41 anni e non guida una monoposto in gara dal Gran Premio del Brasile 22 ottobre del 2006, Schumacher è convinto di poter tornare ai suoi livelli di prima del ritiro.

    “Ho chiesto a Michael se può essere ancora competitivo e lui è il miglior giudice di se stesso”, ha detto Brawn. “Ho grande fiducia in lui e mi ha detto che può farcela”, ha concluso il team principal della Mercedes Gp.”Il ritorno di Michael è fantastico, così come averlo come compagno di squadra”. Nico Rosberg commenta così l’annun

    cio della firma con la Mercedes Gp di Michael Schumacher. Rosberg sarà il compagno di squadra del sette volte campione del mondo. “Competere con uno dei più grandi piloti di tutti i tempi per me sarà una sfida enorme”, dice Rosberg.

    “Sono certo che formeremo una coppia molto forte, così come sono convinto che Schumi non abbia perso nemmeno un pò della sua velocità. Il suo ritorno è una grande notizia anche per il nostro sport e i tifosi”, conclude Rosberg.

     

    SCHUMI: “LA ROSSA NEL CUORE”

    “Dopo 14 anni trascorsi assieme porterò la Ferrari sempre nel mio cuore, anche se adesso siamo rivali in pista”: lo dice Michael Schumacher in una lettera pubblicata sul suo sito internet. “Il mio primo pensiero – scrive – va alla Ferrari. Sono felice che la separazione sia avvenuta in un modo così armonioso e che resteremo anche in futuro amici”. Il tedesco ringrazia soprattutto “Luca di Montezemolo e tutta la squadra per i tempi trascorsi assieme”. “Anche se non avevamo ancora firmato nessun contratto – aggiunge – avevamo già concordato la nostra futura collaborazione’’. 

    Schumacher sottolinea anche che non dimenticherà mai i tifosi: “In tutto il mondo mi hanno sostenuto con molta dedizione. Per questo li voglio ringraziare”. “La fetta più grande della mia vita di pilota è rossa”, prosegue il sette volte campione. “Sento la lealtà e la vicinanza di questi ragazzi che mi hanno accompagnato e che ogni volta mi hanno messo a disposizione una macchina perfetta”. “Questo legame – conclude – resterà per sempre, anche se in futuro saremo rivali in pista, perché la Ferrari tornerà alle vecchie glorie, di questo sono certo, perché la squadra è forte e unita”.

     

    MARANELLO

    ‘’Quello che la Ferrari doveva dire su Michael Schumacher lo ha detto il presidente Luca di Montezemolo giovedì sera, nella cena di auguri natalizi con la stampa. Comunque in bocca al lupo. Da oggi è un avversario e come tutti gli avversari proveremo a batterlo’’. Così il portavoce della scuderia di Maranello, Luca Colajanni.

    Montezemolo, che aveva molto ironizzato sul fatto che lo Schumacher vero è quello che ha corso per la Ferrari e che in Mercedes si cimenterà il gemello siamese, aveva anche detto di essere deluso dal tedesco ma che resteranno amici.

     

     

    LA SUPER-PATENTE DA RIFARE

    Per poter tornare a correre in Formula 1 Michael Schumacher deve rifare la ‘super-patente’. La licenza dei piloti scade infatti un anno dopo l’ultima gara. Il tedesco ha guidato l’ultima volta una monoposto il 22 ottobre 2006 a Sao Paolo.
    Il regolamento della Fia elenca nell’appendice L, articolo 5, esattamente le condizioni per il rilascio della cosiddetta superlicenza. Secondo il punto 5.1.2 a), un pilota può gareggiare in Formula 1 se ha partecipato ad almeno 15 gare negli ultimi tre anni. La scorsa estate, quando doveva prendere il posto di Massa, Schumacher avrebbe ancora potuto fare riferimento a questo punto del regolamento, adesso invece non più perche’ e’ passato troppo tempo.
    La Fia precisa comunque che il consiglio mondiale in collaborazione con la commissione di sicurezza può rilasciare la superlicenza in via eccezionale. La domande deve essere presentata almeno 14 giorni prima della prima gara, che e’ in programma il 14 marzo in Bahrein.