Motonautica:Sardinia Grand Prix,Carpitella-Bacchi vincono gara-1

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 24 SET – Giovanni Carpitella e Andrea Bacchi
    su “Gasbeton” hanno vinto gara-1 del Campionato del Mondo Classe
    3D & FIM Offshore 5000, prova regina del FIM Sardinia Grand Prix
    di Motonautica, in corso al Porticciolo di Marina Piccola di
    Cagliari. Scattati dalla terza posizione della griglia di
    partenza, Carpitella (53enne veneziano) e Bacchi (25enne
    reggiano) hanno dominato la prova e staccato di 1’25″6 la “Banca
    Generali” dei campioni del mondo uscente Serafino Barlesi e
    Alessandro Barone. Terzo posto a 2’03″3 per la francese “Spirit
    of Corsica” di Francois Pinelli e Nicola Dall’Acqua. A seguire,
    quarto posto per “Hoses Technology” di Diego Cardazzo e
    Giampaolo Montavoci, quinto posto per “De Mitri” di Roberto Lo
    Piano e Ferdinando De Mitri, sesto posto per “Foresti e Suardi”
    di Fabio Magnani e Michele Magnino e settimo per la “Marco”,
    rappresentante degli Emirati Arabi Uniti, di Giovanni Casagni e
    Luca Vecchiori. Carpitella e Bacchi si portano così a casa i 400
    punti del primo posto, già un buon patrimonio rispetto a
    Barlesi-Barone (300) e Pinelli-Dall’Acqua (225). L’ordine di
    arrivo di oggi sarà quindi quello di partenza di Gara-2, mentre
    l’ordine di arrivo rovesciato di quest’ultima determinerà la
    griglia della conclusiva Gara-3 di domenica.
        Ovviamente soddisfatto del risultato Carpitella: «Può sembrare
    una gara dominata visti i distacchi, ma non è stato così. Siamo
    partiti forte al primo giro, poi dietro hanno avuto problemi, il
    vantaggio è aumentato e allora abbiamo un po’ gestito. Poi
    abbiamo visto che loro stavano riguadagnando e quindi siamo
    tornati a tirare. Il mare non era semplice, a onde lunghe si
    mescolavano piccole in cresta e doppie e i voli erano pericolosi
    per le raffiche di vento. Un pensierino al Mondiale? Siamo
    venuti qui preparati e agguerriti, abbiamo lavorato tanto, ma ci
    vuole ancora tanta pazienza». (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte