Piace alla Fifa, Superlega europea prende quota

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – LONDRA, 20 OTT – Una vera rivoluzione, con
    l’appoggio della Fifa, che sancirebbe la fine della Champions
    League, a favore di una superlega europea miliardaria. E’ questa
    l’ipotesi su cui starebbero trattando i principali club europei,
    proiettati verso una nuova “Europea Premier League”, che
    potrebbe partire già dalla stagione 2022-2023. Nessuno per il
    momento conferma l’indiscrezione lanciata dall’emittente tv Sky
    Sports, secondo cui la banca statunitense JP Morgan sarebbero
    già al lavoro per raccogliere sul mercato almeno 6 miliardi di
    euro. E dare così vita ad un campionato annuale europeo, non più
    nazionale, ristretto ad una dozzina tra le migliori squadre
    d’Europa.
        Un torneo non alternativo ai singoli campionati domestici,
    disputato nei turni infrasettimanali, finendo per occupare i
    giorni finora utilizzati dalle competizioni Uefa, dalla
    Champions League alla Europa League. Secondo le indiscrezioni
    raccolte da Sky Sports non solo le trattative sarebbero già
    piuttosto avanzate, ma potrebbero contare anche sul
    coinvolgimento della Fifa. Top-secret i nomi dei soci fondatori
    di questo progetto, ma tutto fa pensare che le migliori squadre
    del Continente – dal Liverpool alla Juventus, dal Manchester
    United al Bayern Monaco, fino alle due regine spagnole, Real
    Madrid e Real Madrid – sarebbero state coinvolte. La formula del
    torneo – sostiene Sky Sports – prevede un girone all’italiana,
    con le squadre che si incontrano almeno due volte, prima del
    finale ai play-off. Un’indiscrezione destinata a far tremare i
    vertici della Uefa, che – in caso di successo di questa ipotesi
    – subirebbe un profondissimo ridimensionamento.
        Ma resta tutto da verificare il successo di questo progetto:
    solo qualche giorno fa, per esempio, è clamorosamente fallito il
    tentativo di golpe di Manchester United e Liverpool, che avevano
    cercato di assumere il controllo organizzativo della Premier
    League, promettendo più soldi alle serie inferiori. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte