PRESENTATO IL PROGETTO “little Constellation”

  • Le proposte di Reggini Auto

  • E’ stato presentato oggi ufficialmente il progetto “Little Constellation”, network internazionale che offre una visione dell’arte contemporanea nelle micro-aree geoculturali e nei piccoli Stati d’Europa. L’idea, nata nel 2004 dagli artisti sammarinesi, Rita Canarezza e Pier Paolo Coro è stata realizzata dall’Associazione artistica NUA, nuove arti e ricerche contemporanee della Repubblica di San Marino con la collaborazione dell’Ufficio Attività Sociali e Culturali ed è supportata dalla Fondazione San Marino della Cassa di Risparmio, quale main sponsor e dall’Ente Cassa di Faetano, Fondazione della Banca di San Marino. “Little Constellation” ha l’Alto patrocinio dell’Ecc.ma Reggenza e delle Segreterie di Stato per gli Affari Esteri, per la Cultura e per il Turismo.
    Il saluto del Governo è stato portato dal Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Antonella Mularoni che ha lodato questa iniziativa di alto valore culturale che si arricchisce anche di una valenza internazionale perché favorisce lo scambio di esperienze fra artisti di tutti i piccoli Paesi di Europa.
    La Mularoni, augurando il pieno successo delle attività previste in seno a “Little Constellation” ha assicurato, anche a nome dei colleghi di Governo, la disponibilità a seguire con attenzione gli sviluppi dell’iniziativa.
    La Fondazione San Marino, ha detto il Presidente Tito Masi, favorisce da sempre lo sviluppo del Paese ma lo sviluppo di una realtà statuale non è solo quello economico bensì anche quello culturale.
    Pier Paolo Coro, Presidente di NUA, ha illustrato il lungo percorso compiuto in questa ricerca che ha portato a contattare direttamente le realtà artistiche di tanti Paesi e micro aree culturali europee, riscontrando interesse e sostegno anche da parte di tutte le Istituzioni preposte.
    La prossima iniziativa di “Little Constelletion” sarà una mostra allestita a Milano dal 9 marzo all’8 aprile 2010 presso la Fabbrica del Vapore, che presenterà opere appositamente realizzate dai vari artisti delle aree europee e che ha ottenuto la collaborazione del Consolato di San Marino nel capoluogo lombardo.
    Le caratteristiche e le finalità della mostra, che presenterà la sintesi di questa lunga ricerca artistica, sono state illustrate dal Prof. Roberto Daolio, Curatore dell’iniziativa.