Ravenna Terminal passeggeri firmata la collaborazione turismo croceristico con San Marino

  • Le proposte di Reggini Auto

  • La gestione del Terminal Crociere di Porto Corsini passa alla società Ravenna Terminal Passeggeri.  Berardi testimone d’onore della firma della concessione

    La collaborazione con l’Autorità Portuale di Ravenna va a gonfie vele: nel 2010 si entrerà nel vivo del progetto di collaborazione per lo sviluppo del turismo crocieristico

     

    Il Segretario di Stato per Il Turismo, Fabio Berardi, su invito dell’Autorità Portuale, ha presenziato oggi a Ravenna alla firma dell’Atto di concessione della gestione del Terminal Crociere di Porto Corsini alla società RTP (Ravenna Terminal Passeggeri S.r.l.), di cui sono soci la Royal Carribean (secondo gruppo crocieristico del mondo), l’Aeroporto Guglielmo Marconi, la Venezia Terminal Passeggeri e la Società Bassani. La concessione durerà fino al 2019.

    La firma ha avuto luogo alle ore 14,30 nella Sala Convegni dell’Autorità Portuale di Ravenna. Presenti il Presidente della Provincia di Ravenna, Francesco Giangrandi, il Sindaco Fabrizio Matteucci, e il  Presidente della Camera di Commercio, Gianfranco Bessi.

    Tra gli interventi, oltre al Presidente dell’Autorità Portuale e al Presidente della RTP, anche il Segretario di Stato Berardi, che, anche a nome del collega Antonella Mularoni, ha fatto il punto sullo stato della ottima collaborazione avviata tra la Segreteria di Stato per il Turismo di San Marino e l’Autorità Portuale di Ravenna sulla Base dell’Accordo siglato nel 2008 in materia di promozione del turismo crocieristico. Una collaborazione che ha già portato in territorio numerosi gruppi di crocieristi durante tutto il 2009, ma che sarà  pienamente fruttuosa nella primavera del 2010, quando sarà completata la dotazione di infrastrutture di Porto Corsini, per adeguarlo allo scalo di navi lunghe fino a 350 metri, capaci di ospitare fino a 3500 passeggeri. Sarà quindi dal prossimo anno che la collaborazione con San Marino nell’ambito dell’attività crocieristica, siglata col marchio “Un porto, due capitali”, darà vita ad azioni più efficaci sul piano della promozione turistica.

    Il positivo rapporto tra San Marino e l’Autorità Portuale di Ravenna, –ha detto inoltre Berardi – potrà avere ulteriori nuovi sviluppi nell’ambito della nautica da diporto in riferimento al Registro navale sammarinese e alla possibilità dell’internazionalizzazione del Porto di Ravenna, sull’esempio di quanto avvenuto con l’Aeroporto di Rimini.

    Anche la Responsabile dell’aeroporto di Bologna e il Responsabile del Venezia Terminal Passeggeri, nei loro interventi hanno entrambi convenuto sull’importanza di fare sistema anche con la Repubblica di San Marino. Hanno inoltre considerato di rilevante interesse la opportunità costituita dall’Expo di Shanghai, dove Venezia e Bologna, città prescelte per rappresentare l’Italia, saranno presenti con un loro padiglione, vicino a “Casa Italia”, che è il padiglione nazionale italiano. In tale occasione, come è stato concordato col Segretario di Stato Berardi, saranno messe in atto promozioni congiunte, quindi maggiormente efficaci, sulle destinazioni turistiche di Italia e San Marino, con particolare riferimento alla iniziativa “Un Porto, due Capitali”.

    L’Adriatico è un quadrante geografico considerato strategico dall’UE per le politiche di sviluppo dei trasporti per il commercio e il turismo. La regione Emilia Romagna sta concentrando le sue politiche di crescita economica in questa prospettiva, dove si collocherebbe anche un eventuale accordo quadro con San Marino.