Rimini. Ancora una volta è quella di Rimini la provincia italiana che beneficia del maggiore incremento di personale delle Forze dell’Ordine per la stagione estiva

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Ancora una volta è quella di Rimini la provincia italiana che beneficia del maggiore incremento di personale delle Forze dell’Ordine per la stagione estiva.

    Sono ben 285, infatti, le unità (P.S., CC e GdF) che il Ministero dell’Interno dislocherà su questo territorio a partire dagli inizi di luglio e fino ai primi giorni di settembre, con un aumento di circa una trentina di unità rispetto allo scorso anno, a conferma dell’attenzione per questa provincia che nel periodo estivo fa registrare la presenza di milioni di turisti e la programmazione di importanti eventi, anche di rilevanza internazionale.

    Già dallo scorso lunedì e fino all’11 settembre p.v., grazie al Comando Legione Carabinieri “Emilia – Romagna”, è operativa un’aliquota di 18 Carabinieri assegnata per le esigenze di Rimini e di Riccione nelle disponibilità del Comando Provinciale.

    A partire, invece, dal 15 giugno prossimo e fino al 30 agosto, sono ben 30 le unità delle Squadre di Intervento Operativo dei Carabinieri ad essere assegnate a questa area della Romagna.

    Alle unità indicate, peraltro, occorre riferire anche – per i mesi di luglio e agosto – l’attribuzione di altre 6 per lo scalo ferroviario di Riccione e di altre 2 per la Sezione Polizia Stradale di Rimini.

    Ad esse vanno, altresì, aggiunti gli uomini del Reparto Prevenzione Crimine e dei Reparti Mobili in relazione a specifiche manifestazioni che interesseranno il territorio provinciale. In sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto, saranno determinate tutte le linee di indirizzo per un piano di controllo coordinato del territorio e adottati i criteri per la predisposizione del piano di potenziamento dei servizi di vigilanza estiva per un articolato e mirato impiego delle unità disponibili.

    Già a partire dai prossimi giorni proseguiranno ciclicamente i servizi straordinari di controllo del territorio lungo la fascia costiera, anche con l’ausilio di reparti esterni, con particolare attenzione alle aree di maggiore aggregazione dei giovani.

    Oltre al menzionato apparato di sicurezza, saranno ulteriormente intensificate anche le attività delle specialità come quelle della Polizia Stradale sul fronte della guida sotto l’effetto dell’uso di sostanze stupefacenti o dell’abuso di sostanze alcoliche e della Polizia Ferroviaria sul versante della particolare movimentazione di persone presso gli scali ferroviari al fine di prevenire le possibili criticità.

    Non mancherà neppure un monitoraggio, a cura della Polizia Postale, delle fonti informative “social”, al fine di intercettare e scongiurare l’organizzazione di atti di natura teppistica o delinquenziale.

    Nel più ampio quadro della sicurezza partecipata, il Consorzio Operatori Balneari di Rimini, inoltre, assicurerà quest’anno, in via sperimentale, un servizio di vigilanza notturna sull’arenile, dalle ore 23.00 alle ore 6.00, che si avvarrà di guardie giurate a bordo di quad.

    Precisazione: le unità inviate dal Comando Legione Carabinieri “Emilia – Romagna” sono in più rispetto alle 285 attribuite dal Ministero dell’Interno. Idem per le 6 della Polizia Ferroviaria e le 2 per la Polizia Stradale.