San Marino. Accordi sottoscritti, relazioni consolidate, nuovi grandi eventi. Il Segretario di Stato per il Turismo Teodoro Lonfernini fa il bilancio della sua legislatura

  • Le proposte di Reggini Auto

  • teodoro-lonferniniIl Segretario di Stato per il Turismo Teodoro Lonfernini ha incontrato questa mattina i giornalisti in occasione di una conferenza stampa voluta per tracciare il bilancio della sua legislatura ormai prossima al termine.

    Tante le attività svolte su tutte le deleghe che la Segreteria ha: un nuovo piano strategico a fare da guida e l’obiettivo di alzare il livello da raggiungere.

    Tra gli accordi sottoscritti in materia turistica Lonfernini ha voluto ricordare quello importante con la Repubblica Popolare Cinese e quello con l’Organizzazione Mondiale del Turismo presso la quale San Marino gode di grande credibilità grazie al rapporto con il suo Segretario Generale Taleb Rifai e grazie al successo riscosso dalla Conferenza Internazionale sul Turismo Accessibile che il Paese ha ospitato nel novembre 2014.

    Il 2015 è stato un anno importante, intenso e ricco di soddisfazioni con la partecipazione all’Esposizione Universale di Milano dove San Marino ha rafforzato e stretto relazioni nuove, ha siglato accordi e triplicato le previsioni inizialmente fatte su presenze e incassi. Una straordinaria figura nella cornice di una prestigiosa vetrina internazionale.

    E poi il rinnovo dell’accordo per il Gran Premio TIM di San Marino e della Riviera di Rimini tra la Repubblica di San Marino, Dorna e i promotori che, con un impegno economico pari alla metà rispetto a quello previsto dal contratto sottoscritto nel 2006 prevede condizioni invariate per il nostro Paese.

    Infine, l’accordo recentemente sottoscritto con Youthstream, la società che organizza e gestisce il mondiale di motocross MXGP, per riportare la tappa a San Marino sul circuito della Baldasserona.

    ‘Sono stati anni difficili, anche da un punto di vista personale’, ha detto alla stampa Lonfernini. ‘Il Paese è passato attraverso un oceano in tempesta: avrei sfidato chiunque a gestirlo in maniera diversa da come è stato fatto. Il lavoro svolto da me e da tutti i miei collaboratori sono certo servirà a chi mi succederà in questo incarico e a tutti gli uffici che dipendono da questa Segreteria. Non è pensabile però che il turismo abbia un futuro se si continuano a ridurre gli investimenti ad esso destinati: il budget che abbiamo avuto a nostra disposizione è inferiore del 64% rispetto al 2012. Mi auguro che le cose cambino, io desidero che il mio impegno prosegua e possa essere determinante anche nelle scelte legate agli investimenti.’