San Marino. Asset Banca eliminata per chiudere i buchi di un’altra banca … di Barbara Tabarrini (articolo completo de La RepubblicaSM)

  • Le proposte di Reggini Auto

  • ‘La necessaria diversificazione delle fonti di raccolta era un’esigenza primaria, quasi maniacale. Asset Banca era famosa per essere una banca liquida…’.

    Come tanti ascolto il Consiglio Grande e Generale. Lo ritengo un dovere personale, oltre ad una necessaria esigenza professionale per meglio informare la cittadinanza. Senza interesse alcuno, cercando di farmi un’idea dei ‘ragazzi’ all’interno di Palazzo Pubblico, più o meno giovani, per capire la loro coerenza, preparazione e volontà ad approfondire le varie tematiche, non solo economiche.
    Al netto di quell’umano esibizionismo che avremmo tutti o quasi nel sapere che tanti ascoltano le proprie parole, in questa sessione ho trovato interessante l’intervento di uno di loro sul tema dei risparmiatori, in particolare quelli di Banca Cis, sull’ l’impossibilità di far fronte ai rimborsi per crisi di liquidità da parte dell’Istituto di Serravalle. La gestione di tale aspetto demandate al servizio Tesoreria, in Asset Banca era particolarmente seguita anche dall’Amministratore Delegato, il nostro Stefano Ercolani, una funzione molto delicata e strategica per un istituto di credito sammarinese. La necessaria diversificazione delle fonti di raccolta era un’esigenza primaria, quasi maniacale. Asset Banca era famosa per essere una banca liquida, solida e una delle motivazioni principali della sua illegittima chiusura era proprio la sua funzione di
    ‘polmone’ in un eventuale fusione con altri istituti, uno in particolare che non c’è più per altri motivi, direi opposti.
    Asset doveva essere eliminata per chiudere i buchi di un’altra banca.
    La capacità di rimborso ai propri risparmiatori non può prescindere da due aspetti: il monitoraggio delle sue
    uscite, esempio l’erogazione dei crediti o altri investimenti di medio e lungo periodo e la diversificazione e frazionamento di chi porta depositi, i grandi clienti, per evitare richieste di rimborso tali da compromettere quella parte di liquidità in surplus rispetto agli impieghi.
    La professionalità di tutti noi, il settore di provenienza professionale era proprio la gestione della liquidità.
    Da qui la fama di Asset Banca di essere una banca liquida e se è stata chiusa era anche perché sarebbe stata in grado in ogni momento di far fronte alle richieste dei risparmiatori.
    Barbara Tabarrini, La RepubblicaSM