San Marino. Gabriele Gatti: ”Antonio Fabbri, l’Informazione, ha ammesso nel suo interrogatorio di aver compiuto il reato di divulgazione di documenti riservati.”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Ecco la prima parte delle dichiarazioni, trascritte, di Gabriele Gatti fatte durante la Conferenza stampa del 24 Settembre 2019:

Da alcuni giorni sono ritornato ad essere protagonista delle prime pagine del quotidiano L’Informazione. Mi sono chiesto il perché di questa attenzione: faccio notizia? Faccio vendere i giornali? Cosa c’è sotto tutto questo? Si vuol fare la campagna elettorale sulla mia pelle? Perché? Sono usato per infangare persone che non c’entrano nulla con me. 

Tutti questi sono degli interrogativi che mi sono posto. 

Circa 4 anni fa sono stato arrestato ingiustamente per reati che poi sono stati archiviati. Sono sempre stato in silenzio, ho fatto un’intervista al Giornalesm senza dire granché e non ho affrontato questi temi. Perché non ho affrontato questi temi. Perché? Per rispetto verso le istituzioni e verso il tribunale, anche se ho ricevuto dei soprusi molto gravi. 

Sono sempre stato in silenzio e non ho mai parlato del mio ricorso e dei contenuti del mio ricorso che ho fatto alla Commissione per le detenzioni politiche dell’Onu. Sono stato in silenzio sulla denuncia che ho fatto nei confronti di Buriani e nei confronti di Antonio Fabbri, giornalista de l’Informazione. 

Sono stato in silenzio sull’interrogatorio di Antonio Fabbri che come parte denunciante ho letto che lo stesso ha ammesso di aver compiuto il reato di divulgazione di documenti riservati. 

Leggi per questo argomento anche i nostri articoli:

San Marino. Indagato anche Antonio Fabbri (L’INFORMAZIONE) nel procedimento contro il giudice Alberto Buriani

San Marino. Gendarmeria presso la sede dell’Informazione (articolo completo)

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com