SAN MARINO. L’Università di San Marino entra nella European University Association e sigla un memorandum con l’Ateneo croato di Zagreb

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Ai recenti risultati sul fronte internazionale si aggiunge inoltre l’ingresso nell’unione delle realtà accademiche della regione adriatico-ionica

    L’adesione alla European University Association, l’ingresso nell’associazione UniAdrion e la firma di un memorandum con l’Ateneo croato di Zagreb hanno caratterizzato la recenti attività dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino sul fronte internazionale, implementando le opportunità offerte dai rapporti con le altre istituzioni accademiche e dall’appartenenza agli organismi del continente. 

    La European University Association (EUA) – spiega il Rettore, Corrado Petrocelli – è la più grande e vasta associazione di Università a livello europeo”. Con oltre 850 realtà rappresentate, comprende ora 49 Paesi proprio grazie all’ingresso dell’Ateneo del Titano, diventato ‘full member’.

    “Per noi si aprono opportunità per partecipare a progetti, eventi e altre attività di scambio e apprendimento reciproco”, commenta ancora il Rettore. “Vengono offerte inoltre possibilità uniche per dare forma alle politiche e alle iniziative europee che riguardano l’istruzione superiore e la ricerca. È per noi motivo di orgoglio avere superato la selezione e aggiungere un ulteriore tassello ai progressi dell’area internazionalizzazione dell’Ateneo sammarinese. Siamo sempre più orientati verso una piena ed effettiva integrazione europea e internazionale”. 

    L’adesione all’EUA si affianca all’ingresso nell’associazione UniAdrion, che coinvolge 51 Atenei in iniziative come corsi di formazione, diplomi post-laurea e progetti di ricerca congiunti nella regione adriatico-ionica. Attiva in ambiti come il turismo sostenibile e la qualità ambientale, promuove percorsi come una summer school sul tema “Migrazione e Mobilità nei Balcani” e la start up school “E-Capital Culture“, dedicata alla formazione delle capacità imprenditoriali dei giovani dei Balcani occidentali. 

    Sul fronte dei rapporti fra singoli Atenei, il 9 maggio scorso è stato invece firmato un memorandum fra l’Università di San Marino la University of Zagreb, una delle più consolidate realtà accademiche della Croazia, fondata nel 1669. L’intesa pone le basi per lo scambio di docenti e studenti, la creazione di progetti di ricerca e conferenze comuni, la realizzazione di iniziative culturali e la promozione di seminari. L’accordo quinquennale sottoscritto dai Rettori delle due realtà, Corrado Petrocelli e Damir Boras, va a rafforzare le collaborazioni internazionali che coinvolgono l’Ateneo sammarinese in Paesi come Cina, Brasile, Svizzera, Regno Unito, Spagna, Germania, Islanda e Giappone.