San Marino. Ps a Renzi: “Per quali ragioni non è ancora stato firmato il memorandum con Banca d’Italia?”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Abbiamo letto con grande attenzione il comunicato stampa di ieri di Alleanza Popolare firmato Adesso.SM, sulla politica estera e su come la politica estera debba individuare le priorità e indicare le direttrici anche nell’ambito bancario e finanziario, sostenendo che l’obiettivo del Governo è di andare a definire quanti più memorandum possibili tra la Banca Centrale di San Marino e le altre Banche Centrali.

    Il Partito Socialista ha sempre sostenuto, che nel rispetto della autonomia di Banca Centrale e dei propri organi di vigilanza, le coordinate e le linee di indirizzo dovevano essere compiti della politica e successivamente trasmessi ai tecnici per la fase operativa – e per queste ragioni venivamo continuamente attaccati di voler ingerire su Banca Centrale e quindi non rispettarne l’autonomia.

    Interessante oggi leggere come chi ci ha sempre attaccato su questo tema, oggi evidentemente per ragioni di attualità abbia completamente cambiato opinione.

    Ma a questo punto la domanda sorge spontanea come diceva un noto conduttore televisivo: se è compito del Governo come sostiene AP di definire i memorandum d’intesa con le banche centrali, per quali ragioni non è ancora stato firmato il memorandum con Banca d’Italia – visti gli ottimi rapporti tra i due governi come sostiene in ogni sede il Segretario di Stato Nicola ?

     

    Ufficio Stampa del Partito Socialista