San Marino. UCS: la truffa viaggia sul telefonino, ancora persone colpite  

Ieri UCS ha diffuso una comunicazione per mettere in guardia i sammarinesi da nuovi rischi legati alle truffe. Un  messaggino rivolto genericamente alla mammaavvisava che il figlio per problemi tecnici aveva cambiato numero  e che cliccando sul link riportato di seguito avrebbe potuto segnarsi quello nuovo.  

Chi è stato truffato ieri ha ricevuto poi altri messaggi che riportavano informazioni sulla vita privata di un proprio  caro che nessuno poteva conoscere.  

Qui non si tratta più soltanto di carte di credito, di codici o di informazioni disseminate poco responsabilmente sui  social.  

Qui si tratta di un problema che coinvolge tutti e proprio nellinteresse di tutti, deve trovare urgente soluzione.  

Rinnoviamo dunque la raccomandazione a tenere la guardia altissima perché purtroppo spesso si tende a  sottovalutare la portata del fenomeno e a convincersi che ciò che succede agli altri a noi non potrebbe capitare.  

Come più volte abbiamo ribadito, essendo il nostro un osservatorio privilegiato, tantissime sono le persone che si  rivolgono a noi in cerca di aiuto, non cè un target ben preciso e spesso a finire nella trappola dei malviventi sono  persone di ogni età indipendentemente dal lavoro che svolgono.  

Nessuno può dirsi mai completamente al riparo perché i professionisti delle truffe sfruttano i nostri punti deboli e il  nostro ritmo di vita, ormai talmente frenetico da non permetterci spesso di fermarci un attimo per focalizzare al  meglio certe dinamiche.  

In conclusione tuttavia non possiamo accettare le truffe come una realtà ineluttabile e dunque oltre alla necesssaria  autodifesa, va profusa tutta lenergia possibile della politica affinché metta le nostre forze dellordine nelle  condizioni di proteggere ulteriormente i cittadini della Repubblica.  

Unione Consumatori Sammarinesi 

  • Le proposte di Reggini Auto