San Marino: un osservatorio contro il disagio

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il servizio minori e il servizio igiene mentale hanno scritto alla eccellentissima Reggenza, e alle istituzioni competenti per chiedere un intervento. Oggetto della missiva è il mondo giovanile e problemi ad esso connessi. (…) fanno una richiesta precisa, ossia la realizzazione sul Titano di un “Osservatorio stabile e permanente sul disagio giovanile”.
     
    Nell’ottica dei promotori, il compito di questo nuovo organismo dovrà essere quello di raccogliere dati dalle scuole, dalle associazioni di volontariato, dal tribunale, in modo da diventare un utile ed efficace strumento per capire e prevenire fenomeni quali bullismo, droga, alcool e le devianze in generale. I contenuti della lettera sono propositivi e fanno seguito ai tanti episodi preoccupanti balzati agli onori della cronaca negli ultimi tempi, con un numero interminabile di atti di vandalismo e furti riconducibili a giovani e giovanissimi sammarinesi.

    Gli uffici che si occupano di minori, inoltre, si chiedono se le leggi in materia vadano ancora bene oggi o se sia il caso di adeguare le normative ad una realtà in continua evoluzione nella quale internet la fa da padrone e che, per esempio, non vede ancora il Titano dotato di un nucleo di polizia postale. Lo  stesso esperimento probatorio va rivisto, perché alla luce dei risultati, non garantisce così com’è un pieno recupero ed una maturazione del giovane che ne viene sottoposto.

    Per questo l’ufficio minori e il servizio igiene mentale chiedono di poter mettere a punto un gruppo di studio dal quale dovrà scaturire una proposta che possa rivelarsi adeguata nella lotta alle devianze e capace di garantire validi strumenti a psicologi e assistenti sociali, ma anche alla famiglia e alla scuola. (…)
    L’Informazione