Si è conclusa Domenica 19 luglio il San Marino GP 24, 18° edizione della 24 ore di San Marino.

  • Le proposte di Reggini Auto

  • La regata si è disputata sotto il patrocinio della Segreteria di Stato per il Turismo e lo Sport, Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, Segreteria di Stato per le Finanze e il Bilancio e Segreteria di Stato per l’Istruzione e la Cultura della Repubblica di San Marino. In collaborazione con l’Ufficio di Stato per il Turismo della Repubblica di San Marino, sotto l’autorità del Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese e della Federazione Sammarinese Vela, in collaborazione con Rimini Yacht Club Vela Viva e Marina di Rimini.

     

    Buona la partecipazione degli equipaggi, nonostante il maltempo e le avverse condizioni meteo di Sabato, sul campo di regata si sono schierate ben 24 imbarcazioni di dimensioni variabili dai classe mini “BARCA ROSSA” e “CARIBE”, alla più grande della flotta, l’ open 55 ”INTERCEPTOR “.

     

    A causa dell’imperversare di un forte Maestrale poi girato a tramontana che con medie superiori ai 25 nodi ha raggiunto raffiche oltre i 37 con relativo moto ondoso, gli organizzatori, in accordo con il comitato di regata (che nonostante il maltempo è rimasto in balia del mare per alcune ore nel tentativo di dare la partenza) si sono visti costretti a cancellare la regata del sabato.

     

    Bella e perfettamente riuscita la serata organizzata al sabato sera che dopo una luculliana cena a base di pesce all’interno delle strutture messe a disposizione dal Marina di Rimini, ha visto gli equipaggi partecipare numerosi alla serata di musica e ballo sulla spiaggia presso il Centro Vela San Marino posto a fianco della Darsena Marina di Rimini.

     

    Finalmente domenica, archiviato l’annullamento del classico percorso a triangolo Rimini-Riccione-boa all’argo-Rimini di Sabato, alle 11.30 la partenza della prima prova svoltasi su un percorso a bastone di un miglio circa, nello specchio di mare antistante il porto di Rimini. Il vento di grecale nella prima prova si è dimostrato un po debole non superando mai i 7/8 nodi, mentre nella seconda prova  grazie a un piccolo rinforzo il vento si è attestato oltre i 10 nodi, permettendo di concludere anche la seconda prova alle 15.30 circa.

     

    Mattatore dell’evento il velocissimo Magoo –Vulcangas con al Timone Mazzotti Daniele che vince la sua classe ed è primo assoluto nelle due regate a Bastone di Domenica, vincendo anche il trofeo Giro Più Veloce, premio assegnato all’imbarcazione che impiega il minor tempo a percorrere il singolo giro tra le BOE del campo di regata.

    Alla premiazione dell’evento hanno partecipato numerose autorità tra cui l’Assessore allo Sport di Rimini dott.ssa Donatella Turci, il Console della Repubblica di San Marino in Rimini dott. Maurizio Battistini, la Capitaneria di Porto.

    Alla premiazione finale è stato poi assegnato il premio A. Sorci al più giovane skipper delle imbarcazioni in gara, che quest’anno è andato a Federico Fregni classe 1998 che sotto l’occhio attento del padre ha portato in acqua la sua imbarcazione “ELECTRA”.

     

    Nutrito lo schieramento anche delle imbarcazioni sammarinesi al via:

    X FILES skipper Tommaso Valentini si aggiudica il primo posto della classe UFO 28, mentre nella stessa classe AREA 51 con al timone primo Belemmi arriva 2°.

    ALOHA di Lonfernini Piero vince la sua classe e coglie un prestigioso 4° posto assoluto.

    Infine nella classe open 35 segnaliamo il NOVALIS, imbarcazione di 32 piedi che ha portato in acqua alcuni giovani atleti under 13 dello Yachting Club San Marino che solitamente si cimentano sui piccoli Optimist.