Siamo su scherzi a parte??? comunicato stampa dei DDC

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Siamo su scherzi a parte? Se lo saranno chiesto i sammarinesi che hanno appreso dai quotidiani locali le ragioni che hanno indotto il Governo a nominare l’Ing. Pier Paolo Ciavatta coordinatore dei lavori, per conto dello Stato, della cosiddetta “strada di fondovalle”. Anche noi, effettivamente, siamo rimasti sorpresi di fronte alla dovizia di particolari sul curriculum e sulle capacità professionali del prescelto, in cui però ci si dimentica di dire, guarda caso, se il dipendente ha rapporti di parentela con membri del Congresso di Stato. Eppure, in epoca di trasparenza, non ci si dovrebbe vergognare di far sapere che si tratta del fratello di un Segretario di Stato che ha la propria sede alla “Parva Domus”. Inoltre non si capisce perché il professionista non abbia mai smentito pubblicamente le sue inesistenti funzioni di coordinatore dei lavori e perché nella Delibera del Congresso di Stato non viene menzionata la sua specifica funzione. Molti sammarinesi si chiederanno anche chi pagherà lo stipendio del sostituto dell’Ing. Ciavatta nella scuola e, soprattutto, perché improvvisamente un insegnante, e proprio quello, viene chiamato ad un compito apparentemente distante o addirittura estraneo alla sua esperienza, quale quello di seguire i lavori di una grande opera, così come, enfaticamente, la definisce il Segretario di Stato per il Territorio. Sarebbe inoltre interessante conoscere quali sono le “altre ben note situazioni con erogazione di indennità aggiuntive”, che il Governo ha voluto molto diligentemente ricordare, tralasciando però di far sapere  se il dipendente oggetto dell’interpellanza conserverà (ma pare proprio di sì) l’indennità prevista per il suo ruolo di origine. La considerazione conclusiva della risposta alla nostra interpellanza è poi quanto meno sorprendente e rasenta il grottesco. “Pertanto – vi si legge – si ritiene che l’interpellanza abbia un carattere  puramente strumentale e che l’incarico conferito all’Ing. Ciavatta non costituisca un privilegio, in quanto per lui sono aumentate le responsabilità ed è richiesta una superiore disponibilità in ordine al calendario di lavoro e all’orario previsto dall’incarico precedentemente ricoperto”. Siamo quasi alla beffa! Almeno per le migliaia di dipendenti pubblici che non annoverano  fratelli o congiunti stretti fra i membri del Congresso di Stato. E allora viene da chiedersi se gli scrupolosi componenti del nostro Governo erano a conoscenza della parentela,  se qualcuno ha compiuto selezioni fra i dipendenti pubblici che avevano le stesse condizioni professionali, e titoli anche più idonei, e quale sarà il prossimo familiare cooptato da questo Governo per servire disinteressatamente la Repubblica e compiere il “sacrificio” di caricarsi di un ruolo tanto oneroso con un semplice distacco amministrativo. Non c’è, sia chiaro, in questa come in altre operazioni – nepotiste? – violazione di norme legislative, ma solo un comportamento eticamente biasimevole e offensivo per i numerosi sammarinesi che hanno difficoltà legate proprio al loro posto di lavoro. E non è un dato irrilevante!

     

    02.03.09

    Democratici di Centro