Sortello consumatori CSDL: L’attività sportiva va favorita abbassando i costi

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Si invitano i cittadini a firmare una specifica istanza d’Arengo

     

    di Michele Guidi – socio Associazione Sportello Consumatori

     

    20 marzo 2009 – Lo sport è un’attività di grande valore sociale, soprattutto per i ragazzi e i bambini, perché favorisce lo sviluppo psicofisico dell’individuo, e aiuta ogni persona a migliorare la propria capacità di relazionarsi con gli altri, imparando il valore dell’amicizia, della lealtà, del rispetto del prossimo e delle regole. È anche un’attività che, come tutti sanno, contribuisce alla promozione della salute e del benessere delle persone, in quanto un sano e regolare impegno sportivo favorisce il raggiungimento di uno stato di equilibrio fisico in grado di prevenire molte patologie. Ad esempio, è un modo per prevenire l’obesità, di cui tanti bambini soffrono, anche perché la vita di oggi e la stessa configurazione del territorio sammarinese, spesso non consentono di svolgere una adeguata attività fisica.

     

    ecco il testo dell’Istanza d’Arengo

    ISTANZA D’ARENGO

     

     

    Agli Eccellentissimi Capitani Reggenti

    della Repubblica di San Marino

     

     

     

    I sottoscritti signori, cittadini sammarinesi, in considerazione del fatto che lo sport è un’attività di grande valore sociale, in quanto favorisce lo sviluppo psicofisico dell’individuo, e aiuta ogni persona a tutelare la propria salute e a migliorare la propria capacità di relazionarsi con gli altri

     

    Chiedono

     

    che da parte del CONS e delle Federazioni sportive sammarinesi sia consentita l’attività sportiva, in particolare dei bambini e dei ragazzi, presso i diversi impianti e strutture delle molteplici discipline individuali e di squadra praticate a San Marino, a costi più bassi di quelli attuali, e quindi accessibili per tutte le famiglie, soprattutto quelle monoreddito o a basso reddito. Ciò riservando una attenzione particolare, nel favorire la pratica sportiva e quindi l’accesso agli impianti, alle persone diversamente abili, agli anziani, alle donne in gravidanza, fornendo loro tutte le più adeguate forme di appoggio e sostegno.

     

     

    San Marino, 5 aprile 2009