Sport: Us Acli: al via VI assemblea di avvio anno sociale

  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 01 DIC – Lo sport tra riforma e veicolo di
    benessere fisico e sociale, perché l’attività sportiva non è
    solo quella di vertice che culmina nelle medaglie. Da qui è
    cominciata la sesta assemblea di Avvio dell’Anno Sociale 2022
    dell’Us Acli a Roma. Tanti gli opsiti presenti, a partire dal
    presidente del Cip, Luca Pancalli. “Ormai l’US Acli è a pieno
    titolo nella famiglia dello sport paralimpico italiano. In voi
    non vedo solo chi condivide i valori del nostro comitato, ma
    anche i valori dello sport e la consapevolezza di quanto lo
    sport possa rappresentare per il nostro Paese” ha detto il
    numero uno del comitato paralimpico.
        A dei videomessaggi, invece, hanno affidato il loro saluto il
    presidente del Coni, Giovanni Malagò, il numero uno di Sport e
    Salute, Vito Cozzoli e il presidente della Cei, cardinal Zuppi.
        “L’assemblea sarà ancora una volta un appuntamento
    indispensabile per sentire e coordinare le priorità in un
    contesto storico, politico, come quello che stiamo vivendo” ha
    affermato Malagò. Mentre Cozzoli si concentra sull’inclusività
    dello sport e l’importanza dei territori. “Il nostro e vostro
    impegno come Us Acli è quello di uno sport sempre più inclusivo.
        Ad esempio noi stiamo cercando di riqualificare le periferie e
    sta a noi dare valore a questi posti che sono il cuore pulsante
    dei territori”.
        A seguire è andato in scena il panel “Etica e valori nello
    sport al di là delle medaglie” moderato dal capo redattore Sport
    dell’ANSA, Piercarlo Presutti, e al quale ha preso parte anche
    Alessandro Ossola, atleta paralimpico. “Oggi è importante
    sottolineare l’etica nello sport, quanto è importante trovare
    persone che credano in noi e nel caso degli atleti paralimpici è
    sempre più difficile – ha detto Ossola – Ci ritroviamo a dover
    lottare per raggiungere gli obiettivi, ma la bellezza dello
    sport e l’etica che ci sono dietro mi hanno permesso, insieme
    alle persone che mi sono state vicino, di arrivare a
    un’Olimpiade e partecipare alla finale dei 100m di Tokyo”. Tanti
    appuntamenti in programma anche domani e sabato perché “l’avvio
    dell’anno sociale è un momento di raccoglimento del popolo
    dell’US Acli” ha concluso Lembo. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte