Tentata aggressione a Salvini: così la scorta ha sventato l’attacco

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Clima teso a Napoli. Un esponente della sinistra italiana attacca il leader leghista per strada: l’intervento della scorta evita il peggio

“Anche io ricevo minacce, ogni giorno…”. Giusto qualche ora fa, commentando la decisione di dare la scorta alla senatrice a vita Liliana Segre dopo le minacce ricevute sui social, Matteo Salvini aveva parlato del clima di odio che negli ultimi mesi continua a montare contro di lui.

E, durante la sua ultima visita a Napoli, si è potuto toccare con mano il livello a cui si è arrivati. Il sito del Corriere della Sera è, infatti, scovare in rete un video amatoriale che riprende gli attimi concitatissimi in cui un esponente della sinistra italiana ha cercato “il contatto fisico con l’ex ministro dell’Interno” (guarda il video). Fortunatamente la scorta del leader leghista è stata tempestiva a intervenire e ha evitato che l’aggressore riuscisse nell’attacco.

Un paio di giorni fa, prima che Salvini arrivasse a Napoli, il capoluogo campano si era riempito di scritte offensive e insulti. Lo slogan “Salvini, Napoli ti schifa” era apparso per le vie della città (guarda la gallery). “Odia la Lega”, incitavano altri esagitati. Tra i luoghi colpiti dai vandali anche l’esterno del cinema Metropolitan, nella zona più chic di Napoli, la riviera di Chiaia. Qui alcuni ignoti hanno deturpato la facciata dell’edificio storico usando la vernice spray nera. In Campania il leader leghista è tornato per dare l’avviso di sfratto a il presidente della Regione, Vincenzo De Luca. “Dobbiamo liberare la Campania – ha annunciato, nei giorni scorsi, l’ex numero uno del Viminale – dai tre moschettieri sfigati: Luigi Di Maio, Vincenzo De Luca e Luigi de Magistris”. Le elezioni si terranno l’anno prossimo, ma già adesso il clima si sta facendo rovente.

 

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com