Tura e Zafferani ”salvi per ora” …. Consiglio Nazionale CONS: gli esiti della seduta dell’altra sera

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il Consiglio Nazionale, alla presenza del Segretario di Stato Teodoro Lonfernini che ha seguito i lavori nella seduta di ieri sera, ha approvato all’unanimità di 30 presenti e votanti su 38 aventi diritto al voto, la variazione per l’assestamento del bilancio 2021, il bilancio preventivo 2022 e il bilancio pluriennale 2022-2024.

    Un lungo dibattito ha caratterizzato il punto all’ordine del giorno riguardante il procedimento deliberato in Consiglio Nazionale ai sensi dell’art. 41 della Legge n. 149/2015, nei confronti della Federazione Giuoco Calcio.
    Dopo un ampio e approfondito confronto, sono state poste alla votazione  due mozioni.
    La prima prevedeva l’ammenda pubblica da parte della FSGC con conseguente proscioglimento che ha ricevuto 16 voti contrari e 10 voti a favore su 28 votanti. La seconda mozione prevedeva la sospensione temporanea dell’affiliazione della FSGC, limitata al diritto di voto negli organismi del CONS, che ha ricevuto 22 voti a favore e 2 contrari su 27 presenti al momento della votazione.
    Considerato che il quorum necessario per giungere a una decisione, ai sensi dell’art. 41, richiede il voto espresso di 26 a favore su 38 componenti, entrambe le mozioni sono decadute senza poter giungere a una decisione sul punto.

    L’assemblea ha pertanto deciso la convocazione di una nuova seduta del Consiglio Nazionale per la prima decade di novembre al fine di giungere a una determinazione sul procedimento riguardo la FSGC.
    Per l’ultimo punto dell’ordine del giorno, il presidente Giardi, riguardo al procedimento giudiziario a carico del presidente FSGC Marco Tura e del segretario generale FSGC Luigi Zafferani, ha proposto all’Assemblea la non costituzione di parte civile del CONS che è stata accolta all’unanimità dei presenti.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte