Untore dell’Hiv, Claudio Pinti condannato a 16 anni e 8 mesi: contagiò la compagna e l’amante

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Claudio Pinti, 35enne ex autotrasportatore e ‘untore Hiv’, è stato condannato a 16 anni e 8 mesi di carcere: l’uomo era accusato di lesioni gravissime e omicidio volontario perché avrebbe consapevolmente contagiato l’allora compagna (poi morta nel giugno 2017) e trasmesso il virus ad una 40enne con cui aveva una relazione.

La sentenza, con rito abbreviato, è stata emessa dal gup di Ancona Paola Moscaroli. La difesa dell’imputato, detenuto ricoverato in ospedale e scortato in aula dalla penitenziaria, valuterà il ricorso in appello. Leggo.it

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com