USL: chi partecipa al rilancio del paese ha l’obbligo del confronto!

  • Le proposte di Reggini Auto

  •  

     

    Nella giornata di ieri l’Unione Sammarinese dei Lavoratori ha incontrato una delegazione di Governo  per fare il punto sulla situazione del contratto di lavoro del comparto industriale, gli ammortizzatori sociali e il rilancio del sistema economico. Il nuovo sindacato ha ribadito la piena disponibilità al confronto e al dialogo, ritenuti l’unico strumento per scardinare l’immobilismo e l’empasse degli ultimi mesi.

    Occorre quindi rilanciare tavoli di lavoro permanenti tra le Organizzazioni Sindacali e le Associazioni di categoria, con la consapevolezza che San Marino è in corso una crisi profonda e radicata, e gli interessi in gioco vanno ben al di là della singola presa di posizione preconcetta. Il tavolo tripartito può e deve rappresentare un momento utile e produttivo di confronto, scambio di idee, e individuazione di opportunità per il rilancio di San Marino che siano condivise da tutte le parti sociali.

     

    L’USL è convinta che la ripresa del Paese transiti obbligatoriamente attraverso un differente approccio metodologico e culturale, che prescinda da dietrologie e interessi personalistici. L’Usl è fermamente convinta che il dialogo trasparente tra le parti sia l’unica strada percorribile.  

     

    La Segreteria U.S.L.