VIABILITA’ ZONA CELLE (RN) UNA SITUAZIONE SEMPRE PIU’ ESPLOSIVA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Viabilità zona Celle: il Comitato accusa, il Comune replica
    Alla protesta di domani, il Comune di Rimini risponde già oggi. Il Comitato del Parco della Pace parla di scelte improvvisate per la gestione della viabilità alle Celle, l’Amministrazione replica accusando di strumentalizzazioni politiche.

    RIMINI | 15 maggio 2009 | Nei giorni scorsi su via XXIII Settembre, davanti al Parco della Pace, erano stati appesi striscioni contro il vicesindaco Melucci poi rimossi dalla Polizia Municipale.
    Per domani alle 10, è annunciato un corteo cittadino sulla via Emilia, davanti al Parco della Pace.

    L’intervento del Comitato ‘Parco della Pace’

    Per chi non lo sapesse la via XXIII Settembre è la strada di Rimini con il più alto tasso di traffico ed incidenti in proporzione alla sua lunghezza il tutto dovuto a scelte scellerate che in sintesi si possono così rappresentare:

    – La via Sacramora che è passata da una strada con un traffico da campagna, oggi, con quello che è stato costruito in tutto Viserba è diventata un’autostrada che si scarica sulla XXIII Settembre.
    – La Fiera notoriamente costruita nel luogo sbagliato ha come prima vittima proprio noi abitanti delle Celle.
    -Se poi si aggiunge le stesse case costruite nel nostro quartiere il tutto diventa davvero esplosivo.

    Quindi diciamo basta anche ad ogni tipo di improvvisazione. Chiediamo trasparenza e vogliano partecipare ad ogni tipo di previsioni e soluzione atte a migliorare la qualità della nostra vita di cittadini. Avendo come primo obiettivo che la via XIII Settembre diventi una strada dedicata ai residenti e non come si sta procedendo un’arteria a scorrimento veloce.

    Vogliamo un progetto viabilistico ed urbanistico chiaro ed organico, non un’invenzione tutti i giorni, fatto di rotatorie, sensi unici e divieti di parcheggio.
    Per fare un esempio, si sta intervenendo con un rotatoria sulla statale, non era il caso di verificare in quale maniera si potevano trovare soluzioni anche per il nostro problemi di Quartiere?
    L’incrocio di via Italia con la statale come si risolve?
    Per il Mois e aree limitrofe cosa sta bollendo in pentola?

    La SCM che fine fa, un’ulteriore sorpresa?

    La strada che si ipotizza al Parco della Pace è la soluzione per far passare quello che non si è potuto fare con l’operazione stadio?
    Insieme ad altri Comitati vi avevamo chiesto che per la Fiera si organizzasse il trasporto sulla ferrovia, Provincia d’accordo, abbiamo trovato il muro nel Comune di Rimini e dalla stessa fiera, forse quest’ultima, interessata a continuare a prendere i soldi dai parcheggi?
    QUELLO CHE STIAMO CHIEDENDO E NEI FATTI QUELLO CHE VI STA CHIEDENDO L’INTERA CITTA’ “ BASTA CON LE VARIANTI “ ED I COSIDETTI PIANI STRATEGICI, FATE IL PIANO STRUTTURALE COSI COME E’ PREVISTO E COME HANNO ORMAI FATTO TUTTI I COMUNI SERI DI QUESTA REGIONE E D’ITALIA.

    Cludio Ripa
    Comitato Parco della Pace

    L’intervento dell’Amministrazione Comunale:

    “Le ultime dichiarazioni del rappresentante del Comitato Parco della Pace sono la palese testimonianza della strumentalizzazione politica di questa protesta, che ha davvero passato il segno per intolleranza e modalità. Si contesta un primo intervento di sistemazione della viabilità in zona, più volte discusso nella sede della Circoscrizione e della Commissioni Dipartimentali, agganciando impropriamente ad esso questioni più generali, di competenza del futuro dibattito in sede di Piano strutturale.

    Va ribadito che l’intervento sull’intersezione tra via Emilia, via Popilia e via dei Cipressi è fatto per rendere più funzionale e migliorare la viabilità sull’asse viario via XXIII Settembre-Via Emilia, attraverso la redazione di un progetto articolato che raggiunge il miglior compromesso per la fluidità del traffico e la vivibilità locale. Un progetto che va comunque ancora integrato per quanto riguarda la messa in sicurezza della fermata cimiteriale dell’autobus e la creazione di stalli veloci di sosta funzionali alle attività commerciali presenti. Viene dunque messo in sicurezza un tratto importante della via Emilia e viene altresì collocata, così come prevede il piano della mobilità ed il Prg, una rotatoria antistante il Parco della Pace che consente nell’immediato una messa in sicurezza dell’attuale rotatoria di via Bagli e l’uscita di via Popilia in direzione Centro. In futuro tale rotatoria servirà per il collegamento con il previsto nuovo ponte sul Marecchia.

    Come alla vigilia delle elezioni del 2006, si sollevano ad arte polemiche pretestuose. Allora non fu sorprendente registrare come chi si ergeva a portavoce del Comitato si candidò pressoché in contemporanea in una lista di centrodestra che si opponeva a questa Amministrazione Comunale. Oggi gli stessi personaggi tornano alla carica, guarda caso a poche settimane dall’apertura delle urne.

    L’Amministrazione Comunale accetta le legittime critiche ma non può tollerare chi usa queste per diffamare persone e perseguire obiettivi chiaramente politici. Soprattutto non tollera e non tollererà oggi e domani che una inconsistente strumentalizzazione possa causare disagio alla città e ai cittadini”.
    NEWSRIMINI.IT