Vigna a San Marino: ''Mafia, da combattere anche la neutralità'' –

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Nella lotta alla mafia e alle organizzazioni di criminalità organizzata in genere e’ da combattere anche ”l’etica della neutralità, che è inammissibile”. E’ il messaggio del procuratore generale onorario della Corte di Cassazione Pier Luigi Vigna, ex procuratore nazionale antimafia, che ha tenuto la prolusione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario della Repubblica di San Marino.

    ”Bisogna colpire le basi economiche della mafia – ha detto – e sradicare il processo di conquista della fiducia a danno delle istituzioni, ma quello che bisogna combattere e’ anche un atteggiamento di neutralità, spesso si vedono infatti comportamenti che ricordano, per certi versi, chi negli anni ’70 diceva di non essere ne’ con lo Stato ne’ con le Br. C’e’ una zona grigia di tecnici, burocrati, operatori finanziari, purtroppo non e’ mancato nemmeno qualche magistrato, in cui si radica la potenza della mafia”. Vigna nella sua prolusione ha parlato delle infiltrazioni mafiose nelle regioni limitrofe alla Repubblica di San Marino, ovvero Emilia-Romagna e Marche, infiltrazioni che si manifestano soprattutto con l’investimento in societa’ della zona, spesso attraverso dei prestanome. ”Non e’ un caso – ha spiegato – se in questa zona a volte si sono arrestati latitanti. I latitanti vanno infatti nei territori dove hanno una certa rete”. Anche per combattere questi fenomeni, ha ribadito, ”non e’ ammissibile l’etica della neutralità”.
    L’attenzione ai fenomeni mafiosi deve essere possibilmente ancora più intensa in un momento di crisi come quello attuale, per le organizzazioni criminali si tratta di un momento propizio. Lo sostiene il procuratore generale onorario della Corte di Cassazione Piero Luigi Vigna, intervenuto a San Marino all’inaugurazione dell’anno giudiziario. ”In un momento come questo – ha detto – in cui c’e’ una restrizione del credito per le imprese bisogna stare piu’ attenti. Le organizzazioni mafiose agiscono con due strade: l’usura, che mira sempre ad impossessarsi della realtà economica a cui e’ rivolta e la partecipazione con capitali provenienti da attività illecite nelle varie società”.
    Segretario Casali, una giustizia che funzioni.

    Lotta a riciclaggio con intercettazioni.
    Lotta al riciclaggio e trasparenza finanziaria (come chiede l’Ocse) passa a San Marino anche dal funzionamento del sistema giudiziario. Lo ha ribadito il segretario di Stato per la Giustizia Augusto Casali all’inaugurazione dell’anno giudiziario della Repubblica del Titano, annunciando anche il varo di una legge che permettera’ di combattere il riciclaggio con le intercettazioni.