Zampata di Sastre, Menchov resta rosa E’ spettacolo nel tappone appenninico

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Cagli, 25 maggio 2009 – Carlos Sastre ha vinto la 16a tappa del Giro d’Italia, 237 km con partenza da Pergola e arrivo in quota a Monte Petrano. Lo spagnolo del team Cervelo, scattato sull’ultima salita della frazione, ha raggiunto e superato nei km finali l’ucraino Yaroslav Popovych (Astana) e ha tagliato il traguardo in solitaria.

     

    Il vincitore dell’ultimo Tour de France, ha preceduto sul traguardo la maglia rosa Denis Menchov, quindi Danilo Di Luca, Ivan Basso e Stefano Garzelli. Lo statunitense Levi Leipheimer esce di classifica, dopo avere accusato un ritardo intorno ai 3’ sul traguardo. Sull’ultima salita del tappone odierno Di Luca, secondo nella graduatoria del Giro, ha più volte attaccato Menchov senza mai riuscire a staccare il rivale.
     

     

    “Ci ho provato in tutti i modi”. Ivan Basso commenta così il quarto posto ottenuto.  “Sastre è stato più forte. Menchov e Di Luca hanno tenuto benissimo. Sono scattati per riprendermi? È normale che sia così”, dice il corridore della Liquigas ai microfoni della Rai. “Il Giro è finito? Vediamo dopodomani al Blockhaus e poi sul Vesuvio”, aggiunge.