Abusi sessuali su un disabile di 19 anni: arrestato un 30enne richiedente asilo del Gambia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Un uomo di 30 anni è stato arrestato dalla Squadra Mobile della questura di Sondrio con l’accusa di violenza sessuale ai danni di un 19enne disabile, residente nel capoluogo valtellinese. La vittima è stata attratta con un inganno all’interno della camera occupata dall’aggressore, che è un richiedente asilo originario del Gambia, in un Centro di accoglienza per migranti della città e qui, secondo il racconto del disabile e le indagini, è avvenuto il tentativo di violenza sessuale.

Il 19enne è riuscito a sfuggire e una volta tornato a casa ha raccontato l’accaduto ai genitori, i quali hanno rintracciato il trentenne e lo hanno aggredito in una via cittadina. Mentre era in corso il pestaggio, è intervenuto l’equipaggio di una volante; così è scattata l’indagine che ha portato al fermo del presunto violentatore.

Il gip del Tribunale di Sondrio, Carlo Camnasio, sulla base degli elementi raccolti dai detective della sezione Reati contro la persona ha convalidato l’arresto disponendo che il 30enne resti rinchiuso in carcere. C’e il sospetto che abbia agito con un complice e le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Stefano Latorre, proseguono nel più stretto riserbo. Leggo.it

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com