Ampliamento Italia in Miniatura. Categorie: no a nuovo centro commerciale

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Fa discutere il progetto di ampliamento del Parco Italia in Miniatura, che prevede anche nuovi spazi commerciali, per 7.500 mq, e alberghieri.

    fonte newsrimini.it

    Confesercenti, CNA e Confcommercio intervengono con un comunicato congiunto contro l’ipotesi di un ennesimo centro commerciale a Rimini.
    Un progetto, spiegano le categorie, fuori da ogni logica di programmazione territoriale che comprometterebbe il futuro delle piccole attività di Viserba.

    Il testo dell’intervento:

    ITALIA IN MINIATURA: NO A UN NUOVO CENTRO COMMERCIALE
    Italia in Miniatura è una bella realtà che vorremmo si sviluppasse, ma nella stampa di oggi è stato presentato un progetto in cui sono previsti nell’ampliamento della struttura anche 7.500 metri di negozi: un piccolo centro commerciale.

    Nel protocollo d’intesa che le associazioni di categoria avevano firmato con il Comune di Rimini, riguardo gli ampliamenti sul territorio c’era una parte che disponeva il metodo della concertazione, in modo da verificare l’effettiva, o meno, disponibilità di spazi.

    Questo ampliamento che arriva improvvisamente e senza nessuna discussione alle categorie economiche non va bene. E non va bene questo metodo dove ogni assessorato lavora a comparti stagni e dove non esiste una programmazione commerciale del territorio.

    Anche perché il motore immobiliare del commercio viene utilizzato ormai come regola, non considerando che c’è già saturazione del mercato e in centro non mancano i negozi sfitti.

    Noi ci auguriamo che l’amministrazione comunale non dia parere favorevole a questa ulteriore espansione che comprende una galleria commerciale in piena regola. Il che potrebbe andare a discapito anche delle attività di piccoli centri storici come Viserba, che attraverso un’intensa attività di promozione cercano di rilanciarsi