ANIS INCONTRA LE IMPRESE SU OPERATIVITA' BANCHE

  • Le proposte di Reggini Auto

  • La delicata questione dell’operatività delle banche, che interessa sin troppo da vicino le imprese sammarinesi, è stata al centro del confronto di questa mattina nella sala riunioni dell’Associazione Nazionale dell’Industria Sammarinese. Trattandosi di un argomento di così scottante attualità e di così grande interesse, l’incontro è stato molto partecipato, con i rappresentanti di una cinquantina di aziende del Titano ad ascoltare gli ultimi sviluppi della situazione e la sala completamente esaurita.
    Il Segretario Generale dell’ANIS, Carlo Giorgi, ha fatto il punto dopo gli ultimi confronti tra i rappresentanti tecnici e politici di San Marino e quelli italiani, soprattutto alla luce dell’incontro avuto giovedì con i rappresentanti dell’esecutivo.
    Dalle aziende sammarinesi è emersa chiara la preoccupazione per tutti i problemi legati all’operatività del sistema nei confronti degli istituti di credito italiani, dei propri clienti e dei fornitori. Inoltre è stata più volte sottolineata la richiesta di una risposta politica, per andare ad adeguare le normative sammarinesi a quelle che sono e che saranno le nuove condizioni del rapporto con l’Italia.
    I vertici dell’ANIS hanno riportato le notizie da poco apprese dall’Esecutivo, e cioè che nell’arco di tre settimane si dovrebbe riuscire a trovare la formula tecnica per garantire una normale operatività (il condizionale è d’obbligo, come è stato sottolineato, in un quadro che cambia repentinamente). In merito al paventato blocco di Iccrea e Icbpi, è stato invece riportato che le ultime notizie parlano di una conferma ufficiosa da parte italiana che non verrà messo in pratica.
    L’altra precisazione, sia pure anche in questo caso non ufficiale e in divenire, riguarda le modalità dell’espletamento della procedura di adeguata verifica. Tutte le informazioni necessarie ad adempiere la norma antiriciclaggio dovrebbero essere riunite, per il tramite del sistema finanziario, in una unica banca dati a disposizione dell’Aif sammarinese. Tali informazioni saranno a disposizione dei paesi richiedenti relativamente alle operazioni riconducibili concretamente al riciclaggio.
    Resta tuttavia il problema della grande incertezza che si è generata fra gli operatori che invece avrebbero la necessità di regole chiare e precise e tempi utili per la programmazione della normale operatività delle imprese in particolare in questo frangente di gravissima crisi dei mercati internazionali. L’auspicio dell’ANIS è che, superati i momenti di tensione delle ultime settimane, la stretta collaborazione che in questi giorni si è avuta con il Governo, l’ABS e le banche possa in tempi brevi far emergere comportamenti adeguati da parte di tutti i soggetti interessati per la definizione delle norme e delle direttive necessarie.