BASTA!!!!! Ora l’Italia ci ricatta nuovamente col blocco delle carte di credito, per farci firmare un accordo come vuole lei!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

A questo punto meglio non firmare! Che firmare un accordo che ci renda schiavi e succubi dell’Italia! La situazione non è più accettabile.

Ora dopo Febbraio, ritornano con la mossa, di vera e propria intimidazione, del blocco delle carte di credito.

E’ gioco scorretto, come quello che sta facendo il Ministro Tremonti non firmando l’accordo e soprattutto con il rimpatrio (effettivo) dei capitali detenuti da cittadini italiani in Repubblica.

A niente è valso l’impegno dei ns. Segretari per far vedere che San Marino è affidabile. All’Italia, nuovo Alberoni, frega poco. Si capisce benissimo che l’obiettivo è l’annullamento finanziario della Repubblica di San Marino.

i Fatti: Lunedì scorso è arrivata la nuova circolare ICCREA con la quale si informa che, per il fatto che la Banca d’Italia non aveva dato l’autorizzazione alla stessa Iccrea a continuare il rapporto con gli istituti di credito di San Marino, dal 15 Novembre verranno sospesi i bancomat e dal 30 Novembre le carte di credito.

Ed allora, a questo punto, ci facciamo qualche domanda. Come mai Bankitalia non ha rinnovato il permesso all’Iccrea? Dicono perchè non esiste un accordo in termini finanziari con San Marino. Ma se è proprio Tremonti che lo sta bloccando per vedere l’esito dello scudo fiscale!!!!.

Qualunque sia la verità, la questione si ripropone sempre: Noi non siamo assolutamente indipendenti e niente si fa, in breve tempo, per esserlo. Solo belle parole e tanti sterili convegni e conferenze stampa. E questo la dice lunga del fatto di essere, o meno, uno STATO SOVRANO.

Questa è la verità! Purtroppo…..occorre cambiare per non diventare come le Isole Cayman…comprate per quattro soldi dalla più grande Gran Bretagna!

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com