BON, Identità di Libertà Repubblica di San Marino – 1° marzo 2010

  • Le proposte di Reggini Auto

  • A una platea competente e interessata, Paolo Marchi, giornalista e ideatore di Identità Golose, ha presentato oggi martedì 2 febbraio, sul palco dell’Auditorium del centro congressi di Fiera MilanoCity, BON l’evento che si svolgerà a San Marino il prossimo 1° marzo e che vuole diventare da quest’anno un appuntamento importante nell’agenda di tutti gli appassionati di enogastronomia. A parlare di BON e di San Marino, sul palco anche Silvia Della Balda, Segretario Particolare per l’Industria, e Antonio Macina, Direttore dell’Ufficio di Stato per il Turismo.
    “San Marino – ha spiegato Silvia Della Balda – ha deciso di intraprendere un percorso complesso ma stimolante, che attraversa settori diversi con un approccio nuovo, basato sul coordinamento delle azioni e degli interventi e la loro integrazione sul territorio. Un percorso che si propone di promuovere l’unicità e la qualità di San Marino attraverso i suoi prodotti tipici e tradizionali, con tutto quello che essi rappresentano e raccontano: storia, cultura, saperi. BON si inserisce in questo percorso quale evento-vetrina che testimonia la volontà di San Marino di aprirsi e farsi conoscere al mondo, ma allo stesso tempo conoscere e confrontarsi con una realtà, quella legata al mondo dell’enogastronomia, in continua crescita.”
    Il tema di BON in questa sua prima edizione è Identità di Libertà. “Tradizione e innovazione in cucina – afferma Paolo Marchi – vanno intesi come Scilla e Cariddi, come eterni punti cardinali, il nord e il sud tra i quali l’uomo si muove da sempre. Possiamo anche chiamarli fedeltà e libertà, fedeltà a quanto di buono ci arriva dal passato e libertà di assaggiare nuovi prodotti, nuovi sapori, nuove elaborazioni.”
    San Marino il 1° marzo sarà terreno di confronto e dimostrazioni pratiche con chef quali Pietro Leemann, unico chef stellato per i suoi piatti vegetariani, Emanuele Scarello presidente dell’Associazione Giovani Ristoratori, e Giacomo Gallina del Gold di Milano degli stilisti Dolce e Gabbana; Pietro Zito contadino-cuoco; Rocco Princi rinomato panettiere; Giusy Foschia coltivatrice di erbe incontaminate; Dario Zidaric strepitoso formaggiaio; Alessandro Marchesan produttore di vino e sommelier. Sarà presente a San Marino anche Massimo Bottura, il pluripremiato chef italiano che forse più di ogni altro, oggi, dispensa creatività e emozioni a chi si accosta ai suoi piatti.
    “A ospiti e interessati – precisa Antonio Macina – presenteremo San Marino anche come meta gourmet. Vogliamo puntare su quel turismo di nicchia che è legato all’enogastronomia e per questo stiamo sviluppando offerte e servizi che qualificheranno la nostra Repubblica e che contribuiranno a farla conoscere nel mondo.”