BUTTON CAMPIONE DEL MONDO DI F1

  • Le proposte di Reggini Auto

  •  Jenson Button ha vinto il campionato del mondo di Formula 1 2009 al termine del Gran Premio del Brasile vinto da Mark Webber. Il pilota della Brawn Gp, che a Interlagos si e’ piazzato quinto, ha centrato il titolo iridato con una gara d’anticipo.

    Button ha vinto matematicamente il suo primo titolo iridato grazie ai punti ottenuti con il quinto posto conquistato nel Gp del Brasile. L’inglese ad una gara dal termine ha 89 punti contro i 74 del tedesco della Red Bull Sebastian Vettel e i 72 del compagno di squadra Rubens Barrichello.

    La sua scuderia, guidata dall’ex ferrarista Ross Brawn, ha vinto il Mondiale costruttori: al suo attivo finora 161 punti contro i 135,5 della diretta rivale Red Bull. A Interlagos l’australiano della Red Bull si e’ piazzato davanti alla Bmw di Robert Kubica e alla McLaren di Lewis Hamilton.

    Solo sesta la Ferrari di Kimi Raikkonen, mentre chiude all’11/o posto l’altro ferrarista Giancarlo Fisichella. Quarta posizione per l’altra Red Bull di Sebastian Vettel, mentre chiude in settima piazza la Toro Rosso di Sebastien Buemi. Ottavo l’altro pilota della Brawn Gp Rubens Barrichello. Chiude dodicesima la Force India dell’altro italiano Vitantonio Liuzzi.

    Si e’ dunque chiusa in Brasile la partita per l’assegnazione del titolo, al termine di un gran premio in avvio movimentato da una serie di incidenti. Subito dopo il semaforo verde, la safety car e’ dovuta scendere in pista a causa di un incidente che ha messo fuori causa la Toyota di Jarno Trulli e la Force India di Adrian Sutil. Scesi dalle loro vetture i due piloti hanno avuto una lite plateale a bordo pista.

    Trulli, rientrato furioso ai box, ha continuato ad inveire contro Sutil: ‘ha sbagliato, mi ha spinto fuori e ha causato un incidente che poteva essere molto pericoloso’, le sue parole. Ma il pilota della Force India si difende: ‘sono partito bene, Jarno voleva passare sull’esterno e non c’era spazio. E’ stato un po’ troppo aggressivo’.

    In avvio problemi anche per le due Ferrari: Fisichella va fuori pista e poi rientra, mentre Raikkonen dopo una bella partenza danneggia il musetto ed è costretto a rientrare ai box. Fuori gara anche la Renault di Fernando Alonso coinvolta nell’incidente tra Sutil e Trulli.

    E caos anche ai box, dove i meccanici della McLaren hanno combinato un pasticcio lasciando attaccato al serbatoio della monoposto di Kovalainen il bocchettone della benzina. Il finlandese ripartito per tornare in pista si è trascinato per alcuni metri il bocchettone da cui é caduto del carburante che ha causato alcune fiammate.

    Sugli incidenti avvenuti in pista e ai box dopo il via del Gran Premio del Brasile la Fia ha aperto una indagine. In particolare sulla ripartenza di Kovalainen dai box al primo giro con il bocchettone attaccato i giudici di pista prenderanno una decisione dopo la gara. Il finlandese della McLaren era ripartito troppo presto ostacolando la Ferrari del connazionale Raikkonen facendogli momentaneamente prendere fuoco.

     

    www.ansa.it