CSU: “Dichiarazione redditi: più servizi allo sportello CSU”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Si allunga l’orario agli sportelli e si tagliano i tempi della burocrazia Da quest’anno la Centrale Sindacale Unitaria ha potenziato il servizio dichiarazione dei redditi. Il servizio parte venerdì 2 aprile e resterà attivo tutti i giorni  fino a venerdì 30 aprile.

    Nuovo orario agli sportelli. La continua crescita di utenti registrata in questi anni, ha spinto la CSU ad aumentare l’accessibilità di orario per la presentazione dei documenti. Il nuovo servizio prevede così nei giorni feriali l’apertura anche durante la pausa pranzo. Ecco i nuovi orari: da lunedì a venerdì sportelli aperti dalle 8,30 alle 14,30; il sabato dalle 8,30 alle 12,30.

    Niente code all’Ufficio Tributario.  Per evitare file e perdite di tempo, è disponibile il servizio di consegna diretta all’Ufficio Tributario. Questo nuovo servizio costa 5 euro per ogni dichiarazione consegnata.

    Per effettuare la dichiarazione dei redditi,  è necessario presentarsi con tutta la documentazione qui di seguito elencata:

    – per i lavoratori dipendenti, certificato/i IGR “G” rilasciato/i dal o dai datori di lavoro;
    – per i pensionati, certificato/i rilasciato/i dall’Ente o dagli Enti che erogano la pensione;
     – documentazione relativa all’ammontare della rendita catastale riferita ai terreni e ai fabbricati
    posseduti inviata dall’Ufficio del Catasto (indispensabile poiché è stata modificata la normativa);
    – documentazione relativa ad eventuali altri redditi posseduti (affitti, indennità economiche speciali,
    compensi d’altra natura);
    – documentazione inerente alle spese deducibili (interessi passivi, affitti, tasse scolastiche, spese per
    protesi dentarie e sanitarie, premi di assicurazione sulla vita, ecc.);
    – eventuale dichiarazione dei redditi riferita all’anno precedente.

    La CSU ha deliberato, come per l’anno precedente, di non richiedere alcun contributo ai propri iscritti, siano essi lavoratori dipendenti o pensionati.
    Per velocizzare l’istruttoria della pratica, si invitano gli iscritti a presentarsi con la tessera di iscrizione alla rispettiva Confederazione già all’atto della consegna dei documenti.

    Com’è avvenuto negli anni scorsi, per i non iscritti sarà richiesto un contributo a chi usufruirà di tale servizio.
    € 20,00 PER OGNI DICHIARAZIONE COMPLETA PER I PENSIONATI;

    € 28,00 PER OGNI DICHIARAZIONE COMPLETA PER I LAVORATORI DIPENDENTI;

    € 40,00 PER OGNI DICHIARAZIONE COMPLETA RELATIVA AL NUCLEO FAMIGLIARE (SPLITTING).

    Si precisa che per i Lavoratori Dipendenti che hanno disdetto la quota di servizio (0,40%) tali contributi saranno raddoppiati.
    Nessun contributo sarà richiesto invece per consulenze e informazioni, esenti anche  i pensionati che sono tenuti alla compilazione della Dichiarazione soltanto per i redditi prodotti all’estero.

    I lavoratori dipendenti ed i pensionati, che intendono utilizzare le strutture di supporto del Sindacato, sono pertanto invitati a reperire, nel più breve tempo possibile, tutta la documentazione necessaria.