Fumo in auto: Italia come il Titano

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Pronto un emendamento al Codice della Strada per sanzionare chi si accende una sigaretta mentre guida. Secondo uno studio sarebbbe ancora più pericoloso che parlare al telefonino

    Si sta per aprire anche in Italia la caccia ai guidatori che si accendono una sigaretta mentre sono al volante: è pronto un emendamento al Codice della Strada per introdurre il divieto di fumo nell’abitacolo mentre si sta viaggiando proprio come è già avvenuto in Gran Bretagna e nella Repubblica di San Marino. Secondo gli ultimi dati Aci-Istat, la distrazione alla guida ha provocato più di 40.000 incidenti nel 2008, circa il 15,5% del totale. Non tutti saranno stati provocati dal fumo ma secondo uno studio della Società italiana di tabaccologia, fumare in auto distrae più che parlare al telefonino

    Partendo da questi dati la Commissione Lavori Pubblici del Senato ha presentato un emendamento alla riforma del Codice della Strada: chi fuma in auto dovrà pagare una multa da 250 euro oltre alla perdita di cinque punti sulla patente. Se in auto c’è anche un bambino la multa raddoppia.

    L’idea è del senatore leghista Piergiorgio Stiffoni secondo cui la sigaretta in auto riduce notevolmente il livello di attenzione. E questo potrebbe essere mortale. Sul tema è d’accordo anche l’Italia dei Valori che in passato aveva presentato un disegno di legge simile.

    Prima di avere un effetto sulla vita di tutti i giorni ci sarà un po’ da attendere: dopo il voto in commissione dei prossimi giorni, l’emendamento dovrà passare all’aula del Senato per poi tornare alla Camera.