Gasperoni Daniele Capolista della lista A nel Castello di Domagnano

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Gasperoni Daniele 42 anni, nato e vissuto a Domagnano sposato con 2 figli, dipendente di una azienda privata. Vengo da una esperienza di giunta come consigliere insieme ad altri consiglieri della medesima lista (Rosti Massimo, Moretti Lazzaro, Guidi Gabriel e Selva Gianni). Insieme a questi sono state gettate le fondamenta di questa lista. Ho deciso di candidarmi come Capitano di Castello, forte del gruppo che mi circonda, consapevole di poter dare ancora qualcosa al mio Castello.

    Veniamo al programma

    Al primo punto del nostro programma, non a caso, troviamo la comunicazione ai cittadini.
    Riteniamo che il rapporto diretto con la cittadinanza sia alla base di tutto. Il cittadino ha il diritto di sapere cosa si discute in giunta e cosa si delibera. Il cittadino va informato sui lavori che si svolgono all’ interno del castello. Per questo cercheremo di comunicare il più possibile con la cittadinanza con delle riunioni periodiche e con l’ invio alle case di un giornale informativo sui lavori del castello nonché il potenziamento del sito per far si che si possa avere un rapporto diretto con il Capitano di Castello e i suoi consiglieri

    Altro punto fondamentale del programma è l’ aggregazione sociale del Castello.
    Fornire a tutte quelle persone ed associazioni la benzina necessaria per favorire l’aggregazione e il volontariato ed agire da collante con tutte quelle realtà che ruotano all’ interno del paese. Domagnano, in questo campo, ha un forte potenziale e grandi esempi alle spalle con tante persone che hanno reso Domagnano uno dei Castelli più invidiabili della Repubblica.

    Mettere in campo quelle piccole e grandi opere per migliorare la viabilità e la vivibilità del paese.
    Considerando che Domagnano, ha uno sviluppo  prevalentemente residenziale necessita quindi di diversi interventi con un progetto congiunto ai Castelli confinanti. Si ha la necessità di controllare la velocità nelle nostre strade mettendo anche in sicurezza l’ attraversamento della superstrada da parte dei nostri figli intervenendo in quelle zone piu a rischio con nuove infrastrutture e una maggior presenza da parte delle forze preposte.
    Cercare una soluzione ad uno snodo cruciale come quello della zona Croce realizzando una rotonda  con annesso un sottopassaggio oppure un attraversamento in sicurezza migliorando la viabilità e la sicurezza.
    Sicurezza per le strade e non solo. In questi anni nel nostro Castello sono moltiplicati i furti e non riusciamo ad essere più tranquilli nelle nostre case. Chiederemo alle forze dell’ordine di poter fornire un servizio più efficiente di quello attuale potenziando la struttura attuale e una presenza di agenti anche nelle ore notturne

    Ricercare nuovi posti auto in prossimità del centro del paese ampliando magari quello gia esistente del piazzale Terenzi . E’ stata ampliata la piazza diventando cosi un centro di ritrovo e di incontro per ragazzi, famiglie ed anziani a discapito pero di alcuni posti auto.
    Giovani ed anziani devono essere interpreti principali della vita del Castello attraverso spazi  e iniziative a loro dedicati. I Giovani sono la risorsa fondamentale della nostra comunità. Già molte iniziative a loro dedicate sono radicate, si trattera di portare avanti quei progetti ormai consolidati ed aggiungerne altri altrettanto validi.
    Gli anziani sono una fonte di esperienza da mettere a disposizione di tutta la comunità, è per questo che abbiamo pensato di delegare agli anziani la manutenzione del Castello e l’apertura quotidiana della Casa del Castello permettendo cosi a chiunque di poter accedere alle informazioni del Paese e renderlo cosi un luogo d’ incontro e di confronto anche con i bambini della vicina scuola.
    La realizzazione del parco di Torraccia attorno alla Chiesa, la valorizzazione dell’ Arboreto Didattico, il completamento del percorso della ferrovia e il suo congiungimento con il parco Laiala, la valorizzazione e il ripristino dell’ area archeologica di Fiorina, dar seguito all’ Istanza d’ Arengo che chiedeva la realizzazione di una pista ciclabile e pedonabile da Torraccia a Domagnano e anche la valorizzazione di quel parco che abbraccia Domagnano fino a Cailungo saranno il nostro impegno nel campo ambientale.

    Le cose da fare sono tante, abbiamo tanto entusiasmo e tanta volontà e insieme alla gente di Domagnano potremo avere importanti e gratificanti risultati. Desidero ringraziare il gruppo di cui sono orgoglioso di rappresentare, in particolar modo le nostre “quote rosa” convinto che la loro presenza in Giunta possa essere quel valore aggiunto per il Castello.