I dipendenti del Gruppo Delta martedì 26 gennaio protesteranno davanti alla Banca d’Italia a Roma.

  • Le proposte di Reggini Auto

  •  “Nonostante da tempo esista una trattativa riservata tra il gruppo bancario Intesa e la Cassa di Risparmio di San Marino, nonostante esista una proposta di acquisto formalizzata da parte di Intesa, ancora oggi ai lavoratori del gruppo Delta non e’ dato conoscere quale sara’ il loro destino”, lo dichiara in un comunicato la Fisac-Cgil.

    “Per sollecitare l’avvio di un tavolo di confronto- prosegue la nota- i 900 lavoratori (di cui 120 a Roma) di tutte le aziende del gruppo, facendo seguito a quanto deciso all’unanimita’ nelle assemblee di meta’ dicembre, domani parteciperanno ad una prima giornata di sciopero generale di tutte le aziende del gruppo Delta indetto dalle organizzazioni sindacali, con manifestazione nazionale a Roma che si terra’ dalle 14 alle 16 davanti alla filiale della Banca d’Italia di via XX settembre e davanti alla sede dell’Abi di piazza del Gesu’. Si ribadisce che l’obiettivo primario di qualunque accordo non puo’ non prescindere dalla ricerca della salvaguardia di tutti i posti di lavoro. Si chiede a tale fine- conclude il comunicato- che qualunque accordo sulla cessione di parte del gruppo sia accompagnato contestualmente da una proposta e di rilancio delle attivita’ della restante parte del gruppo finalizzata alla tutela occupazionale”.

     

    fonte: www.cdls.sm