Il centrodestra si ricompatta: ?”Battaglia comune in Aula”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il centrodestra ha ritrovato coesione dopo alcuni presunti strappi avvenuti nel corso dell’ultima settimana. Nelle scorse ore è intercorsa una telefonata cordiale tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini, durante la quale i leader di due dei partiti più importanti della coalizione hanno ribadito la voglia e la necessità di proseguire insieme, sgomberando il campo dalle voci che davano in bilico l’alleanza di centrodestra. Berlusconi e Salvini hanno ribadito l’importanza di portare avanti una linea comune anche sui provvedimenti economici, compreso lo scostamento di bilancio.

    Entrambi i leader si sono trovati d’accordo sulla necessità di lavorare e collaborare a una linea chiara e determinata per difendere famiglie e imprese in un momento così difficile. “Al di là delle beghe di cui si legge sui giornali e che penso interessino poco agli italiani, con Berlusconi abbiamo parlato di tasse e di lavoro. Ci sono manovre economiche che il governo sta portando in Parlamento, decreti che però stanno dimenticando milioni di italiani. Lavoratori autonomi, liberi professionisti, commercianti, artigiani, chi subisce la concorrenza sleale di colossi online.. Ho concordato con Berlusconi una battaglia comune del centrodestra in Aula, su pochi obiettivi per raggiungere importanti risultati che cambino la vita a chi è a casa. Ci sono alcuni italiani garantiti, e altri che rischiano di perdere tutto“, ha affermato Matteo Salvini in diretta a L’Ospite, su Sky Tg24.

    Il leader della lega ha sottolineato come il centrodestra continuerà a fare fronte comune con l’unico obiettivo di supportare gli italiani in difficoltà: “La battaglia del centrodestra è per loro, senza dimenticare i pensionati“. Nel corso del suo intervento a Sky Tg24, Matteo Salvini ha ribadito il suo impegno per il raggiungimento degli obiettivi comuni a tutta la coalizione: “Per affrontare al meglio, in maniera compatta e decisa i prossimi mesi, parlerò anche con gli altri segretari del centrodestra, per combattere assieme queste battaglie“. Il primo passo vedrà Lega e Forza Italia unite per gli emendamenti alla leggi di bilancio, che saranno condivisi: “Faremo proposte comuni a un governo che finora non ha ascoltato nessuno“.

    Su questo punto, Matteo Salvini non intende mollare, riprendendo i valori che negli ultimi trent’anni hanno contribuito a far crescere il centrodestra nel Paese: “La battaglia del 2020 non può essere quella del 1990. È cambiata la società. Penso al dl ristori, i 5S pensano allo stato spacciatore. Noi pensiamo che la droga fa male e comunque. Per noi al centro ci sono famiglia, lavoro e libertà. Quindi coniugare le battaglie storiche della Lega e del centrodestra degli ultimi 30 anni, portate avanti innanzitutto da Berlusconi – che ha avuto il merito storico di unire e compattare dando voce a un popolo che era stato dimenticato – aggiornandole al 2020 e mettendo al centro la liberta, soprattutto d’impresa“.



    Fonte originale: Leggi ora la fonte