Il problema della ”territorialità” dell’indagine VARANO.

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Non è una cosa da sottovalutare quella che Venerd’ sera ha detto il consigliere Pier Marino Mularoni dei DDC.

    Gli assegni oggetto di indagine – si parla di circa un milione e duecento effetti – sono stati bancati nella repubblica di San Marino, cioè sono stati presentati a San Marino per poi essere presentati dalla banca correntista italiana – presumibilmente la Monte Paschi di Forlì – per poi esser addebitati nella loro banca di provenienza.

    Quindi se questa informazione fosse vera, come sicuramente lo è, il P.M. Di Vizio potrebbe essere realmente spogliato di questa inchiesta. Infatti se si fa caso a quello che è stato detto dallo stesso Di Vizio nella conferenza stampa e cioè che I REATI SONO STATI COMMESSI IN TERRITORIO ITALIANO.

    SI è affrettato nel dirlo. Come mai?