INFLUENZA SUINI: Pandemia ancora evitabile

  • Le proposte di Reggini Auto

  • L’istituto di malattie infettive della fondazione San Matteo di Pavia sta studiando i casi di quattro pazienti lodigiani rientrati con l’influenza dopo una vacanza in California ai confini con il Messico. C’é il sospetto che possa trattarsi di casi di influenza suina. Le condizioni dei quattro non sono assolutamente preoccupanti. Due di loro sono ricoverati all’ospedale di Sant’Angelo Lodigiano, gli altri due si trovano a casa. Dopo aver valutato i sintomi e, considerato l’allarme attuale, i medici lodigiani hanno contattato il reparto malattie infettive del San Matteo di Pavia per le analisi che sono state affidate al laboratorio di Virologia. I risultati verranno resi noti nei prossimi giorni.

    CALIFORNIA, E’ EMERGENZA. OBAMA CHIEDE 1,5 MILIARDI

    Crescono negli Stati Uniti i casi accertati di febbre suina e in California, dove una decina di persone hanno finora contratto la malattia, il governatore Arnold Schwarzenegger ha proclamato lo stato di emergenza. “Non c’é ragione di allarme, ma questa misura aiuterà le autorità sanitarie statali a far fronte ai focolai di contagio”, ha detto il governatore mentre a Washington il presidente Barack Obama ha chiesto al Congresso di stanziare 1,5 miliardi di dollari per combattere l’epidemia. Serviranno a “rafforzare le capacità” del paese di rispondere all’influenza da suini e per far fronte ad eventuali emergenze sanitarie, ma non sono il segno di un aumento della preoccupazione, ha detto il portavoce Robert Gibbs osservando che la lotta all’influenza richiede “prudente pianificazione”, ma non panico. fonte ANSA