MARINO RICCARDI (PSD) INTERPELLA SULLA CREAZIONE DELLO “SPORTELLO PER L’ENERGIA”

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Nella giornata di oggi il Consigliere Marino Riccardi ha presentato alla Segreteria Istituzionale una interpellanza dal seguente contenuto:
    “In relazione al Decreto Delegato 25 giugno n.91/2009, in cui viene definita la creazione dello “Sportello per l’Energia” attraverso l’attivazione di degli incarichi di Responsabile dello Sportello, di Esperto e di operatore;
    alla luce delle funzioni attribuite dalla legge 72 del 7 maggio 2009 al suddetto ufficio di:
    a) gestire la documentazione tecnica relativa agli impianti alimentati da FER;
    b) gestire ed istruire le domande di incentivazione per gli impianti di cui alla Sezione I del Capo VI;
    c) informare gli utenti sugli incentivi e sulle possibilità di riduzione dei consumi e delle emissioni;
    d) supportare gli utenti nella valutazione delle proprie emissioni di CO2;
    e) verificare la gestione e la manutenzione relative agli impianti termici ad energie rinnovabili, agli impianti di illuminazione pubblica e agli automezzi di proprietà dell’Eccellentissima Camera. A tal fine lo Sportello trasmette all’Autorità una dettagliata relazione annuale;
    f) curare le procedure inerenti il rilascio degli Attestati di Qualificazione Energetica e dei Certificati di Qualità Energetica relativi ai nuovi edifici di proprietà pubblica;
    g) compiere l’Audit Energetico delle maggiori strutture energivore di proprietà pubblica;
    h) istruire le pratiche sottoposte all’esame dell’Autorità e fornire alla medesima Autorità il necessario supporto tecnico;
    in relazione al grave ritardo accumulato dalla Repubblica di San Marino rispetto all’utilizzo delle fonti rinnovabili, di impianti ad alta efficienza e della totale dipendenza da fonti energetiche esterne;
    tenuto conto che l’espletamento delle procedure previste per il reperimento delle risorse umane attraverso interpello risulta da tempo completato
    interpello il Governo
    per conoscere:
    – quali siano i motivi del ritardo nella creazione dello Sportello per l’Energia;
    – se tale ritardo dipenda e in quale misura dalle risultanze delle procedure previste per l’interpello;
    – con quali strumenti si intenda garantire l’erogazione degli incentivi definiti nel Decreto Delegato 21 settembre 2009 n.128, nel Decreto Delegato 25 giugno 2009 n.92 e nel Decreto Delegato 25 giugno 2009 n.89 relativi alla installazione degli impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili (impianti fotovoltaici, solari termici, di cogenerazione, geotermici, eolici) e alla vendita di energia all’A.A.S.S.;
    – quali siano i tempi prospettati per la costituzione dello Sportello